Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


Hangin On - Libera Rete Civica del Nord Est di Roma: Ambiente

Ricerca in questo Argomento:   
[ Torna all'Home | Scegli un Nuovo Argomento ]

 Statuto del Parco: ancora deve nascere ed ha già più di dieci anni
 .:Postato da comitato il Sabato, 14 luglio 2007 @ 16:55:43 (3463 letture) Modifica

E' di oggi la notizia che il gruppo dei Verdi di Guidonia Montecelio ha presentato al Sindaco lo statuto redatto da esperti per l'avvio dell'Ente Parco Naturale e Archeologico dell'Inviolata.
In attesa di essere redatto dal 1996, ,anno di approvazione della Legge Regionale istitutiva del Parco, ora lo statuto dovrà essere approvato in Consiglio Comunale come primo passo per l'avvio effettivo.

Fonte Il Messaggero del 14 luglio 2007
(Leggi Tutto... | 1 commento | Voto: 0)

 Giardinieri Guerriglieri
 .:Postato da romgroup il Martedì, 10 luglio 2007 @ 13:36:08 (4638 letture) Modifica

Ne aveva parlato per primo Nicholas, con la proposta di adottare un'aiuola pubblica, un fazzoletto di terra in città, per tenerlo in ordine, per piantarci due fiorellini.
E l'idea ora diventa un movimento: si chiama "Critical Garden", pensate un po', come Critical mass.
Il loro obiettivo: "Piantiamo semi e piante in ogni angolo abbandonato di suolo pubblico senza permessi né autorizzazioni.
Unitevi a noi e riempiamo la città di natura!". In inglese esiste già un manuale dal titolo "Guerrilla gardening". Già nel 1973 negli States c'era chi utilizzava "bombe di semi" per seminare giardini in luoghi inaccessibili.
Nel sito www.criticalgarden.com trovate tante cose interessanti, per esempio le foto delle aiuole curate da "anonimi" benefattori, portatori di fiori.
Piantare fiori nel cemento, questo è il terrorismo che ci piace!
Per informazioni sul Critical Garden qui

Leggi tutto: il manuale del giardino abusivo
(Leggi Tutto... | 5564 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 5)

 Visita archeologica all'antica Selciatella
 .:Postato da webmaster il Giovedì, 05 luglio 2007 @ 09:24:04 (2731 letture) Modifica

Per salvare l’antica Via della Selciatella dal degrado in cui versa e dalla concreta minaccia di farla divenire una “camionabile” a servizio della Buzzi-Unicem, il Comitato per il Risanamento Ambientale di Guidonia ha indetto una

GIORNATA PER LA CONOSCENZA, LA DIFESA E LA VALORIZZAZIONE DELLA SELCIATELLA
sabato 7 luglio 2007, a partire dalle ore 10.00


con raduno presso la Cappella degli Spagnoli, in Via della Pietrara, Guidonia.
Sarà effettuata una visita didattica al percorso stradale già facente parte dell’antica Via per Montecelio e ricca di testimonianze storico-archeologiche, con una guida d’eccezione, l’archeologo Zaccaria Mari.
Ancora una volta l’Amministrazione comunale di Guidonia Montecelio si dimostra succube degli interessi delle cementerie Buzzi-Unicem, nefasti per il territorio.
Dopo la richiesta di bruciare nei forni il CDR (Combustibile derivato dai rifiuti) e di ampliare le aree di escavazione delle colline calcaree che circondano lo stabilimento, è arrivata, puntuale, la sollecitazione alla Giunta comunale di rendere più facile e diretto l’accesso al nuovo svincolo autostradale che dovrebbe esser realizzato accanto al Parco dell’Inviolata.
Da non perdere anche come evento culturale

Preleva il comunicato stampa
(Leggi Tutto... | 2 commenti | Voto: 4)

 ANCORA GUIDONIA A PAGARE PER TUTTI!
 .:Postato da comitato il Lunedì, 02 luglio 2007 @ 14:51:42 (3077 letture) Modifica

Comunicato Stampa Circolo Legambiente Guidonia

Lunedì 2 luglio 2007
Dopo anni di dibattiti, manifestazioni, proteste di cittadini e medici di base, e a questo punto false “trattative” con le istituzioni tutte, il tanto sospirato responso, riguardo al futuro della nostra città, ce lo sentiamo sussurrare in uno squallido convegno pubblico "Guidonia per l'Ambiente, la Salute e il territorio" nella rassegna "Innamorarsi del futuro", (che suona proprio come una presa in giro) tenutosi a guidonia nella mattinata di sabato 30 giugno, alla presenza di un cinquantina di cittadini, alcuni di loro disabili, accorsi anch’ essi con la speranza di vedere nel prossimo futuro, concretizzarsi qualche aspettativa ormai da troppo tempo disillusa.

Il Circolo locale di Legambiente, era li, per assistere al primo approccio della cittadinanza alla tanto attesa e sospirata partenza sul territorio comunale di un ambizioso progetto di raccolta differenziata, che dovrebbe portare Guidonia a raggiungere oltre il 50% di riciclaggio in due soli anni. Da noi insistentemente richiesto!

Atto dovuto, e soprattutto responsabilmente concesso alla comunità regionale per liberarsi definitivamente dall’incubo discarica che ci ha visto per oltre vent’anni vittime di scelte sbagliate e della cattiva amministrazione, locale e regionale.

Dopo una breve introduzione al tema raccolta differenziata, assistiamo increduli a l’intervento del moderatore, un “ignorante” (in tema rifiuti) direttore di un giornale locale Il Tiburno, che alla spicciola liquida l’intervento dell’assessore Giura, persona a cui riconosciamo la volontà di far decollare l’ambizioso progetto di RD, concludendo che per consentire una buona riuscita del progetto di raccolta differenziata, necessita comunque l’istallazione di un impianto di preselezione dei rifiuti, che continui a “trattare” non solo il rimanente 50% di rifiuti indifferenziati del nostro comune ma anche quelli degli altri 48 comuni che attualmente conferiscono nella storica discarica dell’Inviolata.

Tralasciando naturalmente che l’impianto, di cui per la prima volta pubblicamente si comunica l’intenzione da parte dell’amministrazione di ospitare sul nostro territorio comunale, comprende e prevede l’escavazione di una NUOVA DISCARICA!
LORO LO CHIAMANO, INNAMORARSI DEL FUTURO, NOI LA CHIAMIAMO SCIAGURA!

...continua
(Leggi Tutto... | 5622 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0)

 Guidonia citta' della monnezza: ormai e' sicuro
 .:Postato da comitato il Sabato, 30 giugno 2007 @ 13:46:30 (3407 letture) Modifica

Portare il Cdr dell'Ama il combustibile derivato dai rifiuti - nel cementificio Buzzi Unicem di Guidonia. E, una volta lì, bruciarlo. Sarebbe questa l'ultima indiscrezione a proposito del Piano di rifiuti elaborato dal presidente della Regione Piero Marrazzo. L'ipotesi, in realtà, circolava da un po'. Al punto che in un incontro con Marrazzo, i sindacati confederali e quelli di categoria avrebbero diffidato il sindaco dal progettare la termodistruzione del Cdr prodotto negli impianti dell'Ama sia presso la centrale di Civitavecchia sia nel cementificio di Guidonia. Invece, secondo indiscrezioni, pare che il presidente Marrazzo, il sindaco di...

da Libero del 30 giugno 2007
Si prospetta un futuro grigio per gli abitanti di Guidonia.
Oggi in pineta veniva illustrato da componenti politici il vero futuro di Guidonia
(Leggi Tutto... | 2 commenti | Voto: 0)

384 articoli per l'argomento Ambiente
(77 pagine - 5 articoli per pagina)

Vai alla pagina

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/