Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Acquedotto di Monte Livata, si riparte

 .:Inviato Lunedì, 04 novembre 2002 @ 12:11:31 da titiro
Rassegna Stampa Subiaco: il Comune ha incaricato una nuova società di continuare i lavori Si tinge di rosa il futuro dell'acquedotto di Monte Livata. Dopo una pausa dei lavori, durata ben 16 mesi, si è aperto finalmente uno spiraglio: l'amministrazione comunale di Subiaco ha rescisso il contratto con la ditta appaltatrice, coinvolta peraltro in un'inchiesta della procura di Latina. «E' stata inoltrata - dichiara il sindaco, Francesco Lando - formale richiesta per continuare i lavori ad una nuova società, seconda in graduatoria nella gara di appalto indetta dalla precedente legislatura. In caso di risposta positiva, il cantiere potrà essere riaperto al più presto, in caso contrario, i tempi potrebbero allungarsi, in quanto si renderebbe necessaria una nuova gara». L'opera è stata bloccata in contrada Le Camere, dove è stato realizzato un pozzo con il relativo serbatoio e l'acqua è stata captata a 180 metri di profondità. L'attuale progetto è finalizzato alla realizzazione ed alla conseguente messa in opera delle condutture fino alla montagna della Capitale; per vedere l'acqua uscire concretamente dai rubinetti, occorrerà un ulteriore lavoro, con relativo finanziamento. «Dal punto di vista economico non ci sono problemi - continua il primo cittadino - la Regione ha dato il suo placet per completare al meglio l'opera». Il problema idrico di Monte Livata dura da oltre quarant'anni e il primo progetto in materia risale addirittura al 1956. Per l'approvvigionamento di acqua, fino ad oggi, si sono utilizzate esclusivamente le autobotti, con trasporti giornalieri da Subiaco. «Quando avremo l'acqua corrente, suoneremo a distesa le campane - dice il presidente della società 2001, Orlando Orlandi - finalmente abbatteremo i costi del prezioso liquido, che pesano, in maniera esorbitante, sulle spalle di chi gestisce un'attività commerciale, ma sono anche un problema per i proprietari di normali abitazioni». Per quanto riguarda lo smaltimento degli scarichi fognari di ville ed alberghi, con l'utilizzo del collettore Subiaco-Livata, si è soltanto in attesa del completamento del depuratore di contrada Sant'Angelo. (da Il Messaggero del 03/11/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Acquedotto di Monte Livata, si riparte" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/