Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Tornano i vandali: cassonetti a fuoco

 .:Inviato Lunedì, 14 ottobre 2002 @ 13:13:01 da titiro
Rassegna Stampa Subiaco: in centro, di notte sono stati dati alle fiamme due contenitori di spazzatura Ennesimo rogo a Subiaco. I soliti teppisti tornano a colpire nella notte, addirittura in pieno centro: risultato, altri due cassonetti della nettezza urbana incendiati, questa volta in Largo Camporesi, proprio di fronte al comando della polizia municipale, a due passi dal comune. «Sono passato poco dopo la mezzanotte ed era tutto in ordine»; racconta un commerciante. Qualcuno però si è svegliato, infastidito dal fumo e dai rumori. «Era l'una e 30 circa - rivela Antonio, che abita nella vicina Via Petrarca- ho visto i vigili del fuoco già all'opera». Il conto degli atti vandalici ormai si allunga a dismisura. Un mese fa, sempre nella medesima zona di Subiaco, i soliti ignoti avevano già colpito ed un'anziana signora rischiò addirittura la vita, perché rimasta intossicata dal fumo. Durante quest'ultima settimana, si è verificato un ulteriore episodio teppistico e, con un'altra bravata notturna, è stato appiccato il fuoco a ben quattro cassonetti. I segni tangibili della distruzione si possono vedere in piazza della Resistenza, nei pressi dei ruderi della Villa di Nerone, sulla provinciale Subiaco-Vallepietra, e persino vicino al monastero di Santa Scolastica. «Ormai è chiaro che si tratta di una vera e propria sfida alle istituzioni - dichiara amareggiato l'assessore all'ambiente, Paolo Sbraga- se fosse stata accettata la mia proposta di installare le telecamere a circuito chiuso nelle principali piazze, avremmo evitato il ripetersi di questo tipo di bravate». A chiedere maggiori controlli notturni, ora sono anche i cittadini, che hanno paura di un peggioramento della già difficile situazione. «La gente ha tutte le ragioni a temere il peggio - afferma il vice sindaco Pier Luigi Angelucci- in settimana convocheremo una riunione per la sicurezza, a cui inviteremo il locale comandante dei carabinieri e quello dei vigili urbani, per poter predisporre un piano operativo allo scopo di far finire questa catena di atti vandalici». Gli amministratori comunali non escludono che si possa anche istituire una vigilanza notturna, da parte della polizia municipale, da affiancare ai militari dell'arma, nell'opera di prevenzione. Il vice sindaco prova anche a tracciare un identikit dei teppisti. «Si tratta sicuramente di giovani che di notte si ubriacano e, favoriti dal buio, si sfogano compiendo azioni distruttive- conclude Angelucci - questo è anche un forte segnale di un profondo disagio giovanile, che dobbiamo prendere in seria considerazione e risolvere con strumenti adeguati». (da Il Messaggero del 13/10/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Tornano i vandali: cassonetti a fuoco" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/