Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Botte al parroco che nega l’elemosina

 .:Inviato Martedì, 08 ottobre 2002 @ 12:46:52 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli: arrestati per lesioni e tentata estorsione due senzatetto in passato vittime di atti intimidatori Botte e calci al parroco che si rifiutava di dare l'elemosina. Due giovani senzatetto di Tivoli, Maurizio Marciante, di 28 anni, e Roberta Parmeggiani Aureli, di 27, sono stati arrestati dai poliziotti del commissariato di Tivoli con l'accusa di tentata estorsione e lesioni. La vittima dell'aggressione è il giovane parroco della chiesa di San Biagio, don Stefano, al quale ogni giorno i due si rivolgevano con continue richieste di denaro. E' successo anche venerdì pomeriggio, quando la coppia si è presentata in sacrestia poco prima della messa delle 18.30, come sempre alla ricerca di soldi. Ma questa volta don Stefano si è impuntato «non posso assistervi continuamente, non ho abbastanza soldi». E' scoppiato un alterco e sono cominciate le botte. Il sacerdote è riuscito a divincolarsi e si è rifugiato in chiesa tra i fedeli che aspettavano di partecipare alla funzione serale, qualcuno ha chiamato il 113. Le ricerche dei poliziotti coordinati da Adriano Lauro sono iniziate subito: Maurizio e Roberta sono stati bloccati il giorno seguente mentre vagavano in città. Dopo il blitz nella chiesa di San Biagio avevano tentato di bussare anche nella vicina Santa Maria Maggiore, ma il parroco, anche lui "tartassato" dalla coppia si era barricato in casa. Maurizio e Roberta a Tivoli li conoscono tutti. Il loro unico rifugio è una tenda canadese, che montano dove possono. Erano riusciti ad avere un roulotte, che avevano piazzato nella via di Pomata, ma nella sera del 28 marzo è stata distrutta da un attentato incendiario, con tre molotov lanciate dai teppisti. Con il rogo sono andati in fumo anche le povere cose che avevano accumulato: una cucina a gas, un materasso, delle coperte. Dopo qualche giorno dell'atto intimidatorio un ventenne di Tivoli è stato denunciato dalla polizia. La coppia viene assistita dalla Caritas e dal Comune con dei buoni pasto che non superano i quaranta euro al mese. «Si, li conosco bene, vengono anche qui - ammette un altro sacerdote, della chiesa di Sant'Andrea - qualche volta li ho aiutati, ma è anche successo che non avevo con me del contante. Ed allora cominciavano con parolacce ed insulti. Fanno pena, ma in ogni chiesa è una continua richiesta di persone che hanno bisogno di tutto. Noi cerchiamo di accontentarli ma certe volte è davvero impossibile». (da Il Messaggero del 08/10/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Botte al parroco che nega l’elemosina" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/