Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 «Commissioni comunali troppo care»

 .:Inviato Mercoledì, 05 dicembre 2001 @ 16:43:13 da titiro
Rassegna Stampa GUIDONIA:l’opposizione protesta ma anche nella maggioranza si avverte la necessità di cambiamenti. Picchia duro l'opposizione e nei pieghevoli distribuiti per la città, nei quali si contestano alcuni incarichi e provvedimenti deliberati dall’attuale Giunta, si accendono i riflettori sull'operato delle Commissioni consiliari le cui riunioni, scrivono ed hanno dichiarato più volte pubblicamente, «si moltiplicano all'infinito». E' un impegno istituzionale che ha come riflesso un esborso notevole per le casse comunali (il gettone di presenza è di poco superiore alle centomila lire a seduta e, oltre a questo, l'Ente deve rimborsare i datori di lavoro per l'assenza dal servizio degli interessati). Gli importi mensili lordi, in alcuni casi, superano i due milioni. In una recente delibera, la Giunta ha preso atto che i 300 milioni (previsti nel piano esecutivo di gestione) impegnati per il pagamento dei «gettoni di presenza Consiglio comunale e Commissioni consiliari o indennità di funzione» sono risultati «essere insufficienti» per liquidare quanto dovuto. L'esecutivo ha quindi «rimpinguato» questo capitolo di spesa con altri 250 milioni. Prelevati, è specificato, dal capitolo «afferente indennità di carica e presenza adunanze consigli circoscrizionali e Commissioni circoscrizionali». Della questione si è parlato pure in consiglio comunale. Orazio Di Leo ha chiesto «una verifica sull'operatività delle commissioni consiliari permanenti», anche perchè ritiene il pagamento dei relativi gettoni di presenza «particolarmente onerosi». Alberto Morelli (Fi) ha invece rivendicato l'operato dei rappresentanti del Centrodestra e criticato quello «di alcuni consiglieri dell'opposizione che partecipano ai lavori... solo per un tempo brevissimo». Sabatino Leonetti ha sostenuto che «che non debba essere posto in discussione solo quanto si spende ma... quanto viene speso in rapporto a quanto si produce». Vittorio Messa (An) ha concordato con l'istituzione di una Commissione «atta alla ricerca di nuove regole che possano sopperire a manchevolezze non codificate in un Regolamento che risulta essere desueto». Il gettone dei consiglieri era, in precedenza, di £. 70.000 a seduta. Nel mese di settembre dello scorso anno è stato aumentato di £. 36.050, fissando l'importo dell'indennità a £. 106.050. E' di £. 35.000, invece, quello attribuito ai consiglieri di circoscrizione. Nelle determinazioni assunte si legge però che l'articolo 8, comma 1, del decreto ministeriale 119/2000 stabilisce che gli spetti un gettone di presenza pari al 50% di quello attribuito ai consiglieri dell'Ente in cui è costituita la Circoscrizione. (da Il Tempo del 5/12/01)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"«Commissioni comunali troppo care»" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/