Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Guidonia senza asili comunali

 .:Inviato Giovedì, 26 settembre 2002 @ 17:34:40 da titiro
Rassegna Stampa Il 3% della popolazione ha meno di tre anni ma ci sono solo scuole materne private con poche decine di posti. Malcontento nelle famiglie: «Rette carissime o soluzioni di fortuna» Il 3% della popolazione esistente a Guidonia è costituita da bambini di età inferiore ai tre anni: tutti potenziali utenti di asili nido. Il paradosso è che nella Città dell'Aria mancano quelli pubblici e l'esplosione demografica fino ad oggi ha fatto soltanto arricchire costruttori e affittuari di case. Gli asili nido privati - 4 per un territorio esteso oltre 70 chilometri quadrati - non sono in grado di assorbire neanche il 10 % dei bambini nati a partire dal 1999. Contro i 2098 piccoli residenti a Guidonia, i posti disponibili sono meno di 200. Il pagamento delle rette mensili, inoltre, incide sui bilanci familiari, a volte anche pesantemente. Il settore Servizi Sociali del Comune di Guidonia conosce molto bene il problema, perché ogni anno è lì che vanno a bussare i genitori in cerca di un posto pubblico dove lasciare i propri figli nelle ore di lavoro. Chiedono agevolazioni, ma: «Per il momento - spiega il neo assessore ai Servizi Sociali, Ugo Rendine, del Ccd - il comune può elargire contributi solo a favore dei bambini portatori di handicap». A protestare sono soprattutto le mamme che per esigenze di lavoro sono costrette a rimanere fuori casa per parecchie ore. «Lavoro a Roma, ho un bambino di appena due anni - dice Maria Rita Ciccotti, di Guidonia - ma sinceramente non posso permettermi di mandarlo in un asilo privato». «Per il momento - aggiunge la giovane donna - sono costretta a lasciarlo dalla nonna, ma non è una situazione che può andare avanti per molto, anche perché i bambini devono stare con gli altri bambini». Di fronte alle pressanti richieste di un servizio così importante, non è chiaro il perché della latitanza del Comune in questo settore. Sulla mancata creazione di queste strutture, nel tempo, ha certamente avrà influito il dissesto finanziario di Palazzo Matteotti, ma non c’è neanche una programmazione in proposito. Sembra che in passato l'amministrazione pensò di crearne uno, ma le ristrettezze di bilancio imposero di seguire una strategia diversa: rafforzare la presenza delle scuole dell'obbligo. L'onerosità del servizio, d'altra parte, è la spina nel fianco delle strutture private che potrebbero soddisfare un maggior numero di domande se riuscissero a stipulare convenzioni con il Comune stesso. «Sono due anni che tentiamo di aprire un dialogo con l'amministrazione - fanno sapere da "I piccoli cuccioli" uno degli asili nido più grandi di Guidonia, in grado di accogliere fino a 55 bambini - perché le richieste sono moltissime, ma non tutti sono in grado di sostenere la spesa». «Ormai non ci speriamo più - aggiungono - perché si fanno solo chiacchiere e poi tutto sfuma». Ma restano le mamme le più agguerrite. Mentre infatti negli altri comuni il problema è quello delle liste d’attesa, a Guidonia, paradossalmente le liste d’attesa riguardano gli asili privati. La competenza ad autorizzare l'apertura di asili privati soltanto da due anni è passata al Comune, perché prima spettava alla Regione. Ma il Comune di una cittadina scelta da coppie con figli, come residenza, si limita a controllare che i privati facciano bene il loro lavoro, non a garantire gli asili pubblici. Cioè gratis. (da Il Messaggero del 24/09/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Guidonia senza asili comunali" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/