Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Legambiente difende l’Aniene

 .:Inviato Mercoledì, 11 settembre 2002 @ 12:50:44 da titiro
Rassegna Stampa Legambiente scende in campo per salvare il fiume Aniene da morte annunciata. Gli ambientalisti hanno promosso una raccolta firme per sensibilizzare l'opinione pubblica circa: «Il futuro catastrofico che si delinea per l'ecosistema del fiume, con l'avvio dei lavori di captazione della sorgente del Pertuso, da parte del Commissario straordinario Sessa». Secondo l'associazione ambientalista, non è stato compiuto di fatto nessun tentativo in alternativa alla captazione per risolvere il problema della richiesta d’acqua, e non sono stati considerati affatto i pareri contrari dell'ente Parco e degli enti locali. Per Legambiente, con una drastica riduzione degli sprechi, dovuti per la maggior parte a perdite delle condutture idriche, e magari con una distribuzione programmata, si poteva tentare di risolvere l'emergenza. «A Subiaco, in solo due giorni, abbiamo raccolto oltre duemila firme - dichiara soddisfatto Roberto Lozzi, responsabile regionale della sezione parchi della Lega- continueremo la petizione interessando tutti i paesi della Valle dell'Aniene, compreso Tivoli». Gli ambientalisti hanno in serbo, però, un colpo a sorpresa, infatti stanno preparando un ricorso da presentare al Tribunale Europeo, in quanto l'area delle sorgenti è riconosciuta sito di interesse Comunitario. «Occorre una specifica valutazione di incidenza ambientale prima di operare qualsiasi tipo di intervento sulle sorgenti - continua Lozzi - attualmente il livello del fiume Aniene risulta di gran lunga inferiore alla norma, in quanto l'acqua che lavora la centrale elettrica Enel, in località Comunacqua, viene dirottata nelle condutture dell'acquedotto del Simbrivio invece di essere immessa nuovamente nel fiume, come avveniva in passato». Respinge le dure critiche l'assessore all'ambiente della Provincia di Roma, Massimo Sessa, che è anche commissario del Simbrivio, l'acquedotto che alimenta ben 60 Comuni del Lazio. «La nostra coscienza è tranquilla, sono state chieste le necessarie autorizzazioni al Bacino del fiume Tevere e al suo Comitato Tecnico Scientifico- dichiara Sessa - il Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio ha approvato il nostro intervento e, nel rispetto di questi importanti istituti governativi, abbiamo iniziato i lavori». (da Il Messaggero del 11/09/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Legambiente difende l’Aniene" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/