Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Giovane si schianta con l’auto

 .:Inviato Domenica, 08 settembre 2002 @ 17:24:54 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli: scoppia una gomma: la Smart finisce contro il guard-rail del Raccordo Lo scoppio di una gomma, poi lo schianto contro la barriera di cemento che divide il Grande Raccordo Anulare. Potrebbere essere stata solo una tragica fatalità ad uccidere un giovane commerciante di Tivoli, Massimo Mummolo di 34 anni: la sua Smart, dopo il terribile impatto si è cappottata e l'uomo, che viaggiava da solo è morto sul colpo. L'incidente è avvenuto l'altra notte intorno all'una al chilometro 42 del Gra, nei pressi dell'uscita della Tuscolana sulla carreggiata esterna, in direzione dello svincolo per la A24. L'allarme è stato dato dagli altri automobilisti, che hanno notato la piccola vettura sbandare vistosamente prima di finire contro la "riviera" che divide le corsie dei due sensi di marcia per poi ribaltarsi su se stessa. Sul posto si sono precipitati gli agenti della Polizia Stradale di Settebagni ed un equipaggio del 118, ma il medico che era a bordo dell'ambulanza ha potuto solo constatare l'avvenuto decesso. Nell'incidente non sono rimaste coinvolte altre vetture, ed in base ai primi rilievi effettuati dai poliziotti l'ipotesi più attendibile è proprio quella dell'improvviso scoppio di un pneumatico. Massimo Mummolo, sposato e separato, lascia un figlio di quattro anni. Era molto conosciuto in città: con gli altri componenti della famiglia gestiva la società "Zio", proprietaria di quattro negozi di abbigliamento tra Villa Adriana e Tivoli. Massimo era l'addetto al settore sportivo del gruppo e si occupava soprattutto dell'attività di via Empolitana. Era il terzo di quattro figli in una famiglia sconvolta dal destino: pochi anni fa un altro fratello era venuto a mancare tragicamente. Dopo l'incidente la salma dell'uomo è stata trasportata nell'obitorio romano del Verano ed è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria. Con l'ultimo incidente si allunga la scia di sangue di vittime della strada che dall'inizio dell'estate ha colpito l'area tiburtina. Sono state una decina solo tra Tivoli e Guidonia. Per la maggior parte erano giovani e giovanissimi, spesso poco più che ventenni, come i due amici a bordo di una moto, che si sono schiantati lungo la via Tiburtina. O il 18enne che ha perso il controllo della sua 500: è morto sulla Maremmana alla vigilia dell'esame di maturità. (da Il Messaggero del 07/09/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Giovane si schianta con l’auto" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/