Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Bufera sui Parchi commissariati

 .:Inviato Giovedì, 08 agosto 2002 @ 16:20:29 da titiro
Rassegna Stampa La Giunta delibera la rimozione degli amministratori dei Lucretili, dei Simbruini, dei Castelli e di Navegna. Ricorreranno al Tar i 4 presidenti accusati dalla Regione di inadempienze La Regione Lazio delibera il commissariamento dei consigli di amministrazione dei Parchi dei monti Lucretili, dei monti Simbruini, dei Castelli Romani e della Riserva naturale di monte Navegna e monte Cervia ed immediatamente scoppia la protesta. Con una delibera di Giunta e con relativo allegato la Regione ha predisposto il commissariamento dei consigli dei quattro Parchi regionali per inadempienze negli atti obbligatori, per ritardo della consegna di atti obbligatori e per la criticità di organizzazione. La delibera della giunta Storace fa seguito ad una relazione del Dipartimento regionale dell'Ambiente e della Protezione civile sul funzionamento delle aree naturali. Adesso si aspetta il decreto del Presidente della Giunta per la notifica dello scioglimento a cui farà seguito la nomina dei commissari. «Questo atto della Giunta Storace - dichiara Augusto Forti, presidente del Parco dei monti Lucretili - è un vero attentato alla democrazia perché disattende completamente una legge con motivazioni che non stanno né in cielo né in terra. Non esiste infatti nessun motivo serio per cancellare il nostro consiglio di amministrazione che si è contraddistinto per capacità e quantità di lavoro svolto. Evidentemente la giunta Storace ha un obiettivo politico da perseguire e non si preoccupa minimamente delle legittime esigenze dei residenti». «E' un fatto - aggiunge Fernando Petrivelli, presidente del Parco regionale dei monti Simbruini - vergognoso e preoccupante. E non si riesce a capire come si possano calpestare norme di legge chiare e definite. Nessuna delle contestazioni che ci vengono mosse dalla delibera ha ragione di esistere. Stiamo già predisponendo gli atti per ricorrere al Tar e quello che la giunta Storace ha voluto imporre come atto di forza avrà l'effetto di un vero boomerang». «I Parchi regionali che avevano impostato una seria politica di programmazione e di difesa del territorio - dice Sandro Caracci, presidente del Parco dei Castelli Romani - evidentemente danno fastidio. Nella predisposizione degli atti la giunta Storace dimostra incompetenza ed enorme confusione. Se c'è qualcuno inadempiente quella è sicuramente la Regione Lazio che ha sempre manifestato idiosincrasia per le politiche di protezione dell'ambiente». «Il ricorso al Tar - replica Francesco Storace, presidente della giunta regionale - è legittimo da parte di chi ritiene di aver subito un torto come legittimo è il nostro diritto di assumere un provvedimento dopo un anno di rigorose ispezioni che hanno consentito di appurare irregolarità». E sulla questione sono intervenuti anche molti sindaci che hanno contestato i contenuti ed il metodo che non ha preso in considerazione le realtà locali. (da Il Messaggero del 8/08/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Bufera sui Parchi commissariati" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/