Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Rivolta in difesa dell’Aniene

 .:Inviato Martedì, 30 luglio 2002 @ 13:23:26 da titiro
Rassegna Stampa Emergenza Simbrivio: tanti no alla captazione dalle sorgenti e dal fiume. Con esposti e barricate si vogliono bloccare i lavori annunciati per trovare nuove risorse idriche nella Valle Rischia di restare al palo lo stato d'emergenza nell'area del Simbrivio. Contro la captazione di sorgenti alternative a Trevi nel Lazio per sconfiggere la grande sete (il flusso è tagliato del 50%) in mezza provincia di Roma si annunciano, infatti, esposti e barricate allo scopo di bloccare i lavori finalizzati a trovare nuove risorse idriche per l'ente romano, che fornisce il prezioso liquido 48 comuni della provincia e a 60 in tutto il Lazio. A guidare la "rivolta" è l'ex sindaco di Trevi, Paolo D'Ottavi: si è mobilitato per impugnare il decreto con il quale il governo ha nominato l'assessore all'Ambiente di Palazzo Valentini, Massimo Sessa, commissario straordinario per l'emergenza. Si preparano ricorsi al Tar e agli altri organi competenti. «Faremo le barricate - tuona D'Ottavi - per impedire che il fiume Aniene, che nella nostra zona uno dei tratti più suggestivi d'Europa, sia ucciso con danni ambientali per i comuni interessati e conseguenze economiche per i paesi dell'alta Valle Aniene che vivono di turismo». «Non permetteremo - aggiunge con tono da ultimatum - di prendere l'acqua dalle sorgenti e dal fiume. Il provvedimento che dà ampi poteri al commissario è indecoroso. L'acqua deve essere garantita alle popolazioni ma utilizzando il bacino sotterraneo, che è uno dei più ricchi d'Europa, senza ricorrere alle risorse in superficie, perché si provocherebbe un disastro ambientale. Se non recederanno ci saranno inevitabili barricate. E' necessario considerare che l'emergenza non esisterebbe se le condotte non fossero un colabrodo. Sarebbe davvero intollerabile prendere altra acqua senza aver prima ristrutturato le reti idriche esistenti. La colpa è anche di tante amministrazioni comunali che non hanno provveduto a risanare le condotte idriche degli abitati». Intanto è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nomina del commissario straordinario Massimo Sessa, mentre i primi interventi (annunciati entro dieci giorni, che già sono scaduti) subiscono altri ritardi: tanti comuni rimangono in grande difficoltà e sono costretti a fare i conti con mille disagi. Più volte i vertici del Simbrivio hanno garantito nelle ultime settimane che il piano operativo era pronto e si attendeva solo la decisione del governo. Adesso, però, serve ancora un'altra settimana e il vicecommissario del Simbrivio e sindaco di Olevano, Guido Milana, dice che l'ulteriore rinvio potrebbe provocare dissapori tra i vertici del Consorzio. «Per il 7-8 agosto - dichiara Massimo Sessa - definiremo le strategie. Vogliamo avere le idee chiare per fare tutto nel migliore dei modi. Per settembre, comunque, garantiremo altra acqua al Simbrivio. Sulle annunciate proteste a Trevi nel Lazio c'è un atto del governo figlio di una calamità naturale. La questione, semmai, è assicurare opere compensative al paese». Intanto ieri è stata riparata la falla lungo l'acquedotto nei boschi sopra il Faggio, ad Arcinazzo Romano. Nella stessa zona i tecnici dell'ente idrico dovranno ora eliminare altre perdite. E oggi pomeriggio arriverà il pezzo di ricambio per riparare il guasto ad una condotta nel comune di Affile, dove da quattro giorni l'acqua allaga via Aldo Moro. (da Il Messaggero del 30/07/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Rivolta in difesa dell’Aniene" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/