Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Senza autobotti nel giorno più secco

 .:Inviato Mercoledì, 10 luglio 2002 @ 12:59:22 da titiro
Rassegna Stampa In molti dei 48 centri del Simbrivio neppure una goccia per 24 ore Disagi su disagi e un mare proteste. Un giorno completamente a secco per 48 comuni della provincia serviti dal Simbrivio. Migliaia di persone, da Arcinazzo ai Castelli, rimasti senz'acqua da lunedì sera e per tutta la giornata di ieri. L'ente idrico ha infatti chiuso il flusso per consentire alcune riparazioni nella condotta tra Roiate e Rocca S. Stefano, con forti problemi nell'intera area rifornita dall'acquedotto. Falle che disperdevano circa venti litri al secondo. Liquido prezioso in una simile emergenza. Quella di ieri è stata una giornata da vecchi tempi, con i cittadini costretti a utilizzare bagnarole e recipienti vari. E per gli abitanti di mezza provincia sono trascorse 24 ore senza doccia: solo qualche rinfrescata. Dai rubinetti, infatti, neppure una goccia e in quasi tutti i paesi non si è vista nemmeno un'autobotte. Solo a Cave, all'ospedale di Marino e a Rocca Massima il Simbrivio ha mandato qualche cisterna. «Abbiamo avvertito le popolazione- dice il commissario del Simbrivio e assessore provinciale all'Ambiente Massimo Sessa- chiedendo scusa per i disagi. L'intervento era necessario per recuperare litri utilissimi». Lo sanno bene i circa 300 mila abitanti rimasti all'asciutto e costretti già da settimane a fare i conti con la grave crisi idrica del Consorzio, che ha tagliato l'eorgazione del 40% in seguito al calo delle sorgenti. «Stiamo facendo il possibile - aggiunge Sessa-, ma senza interventi decisi la situazione rischia di precipitare tra settembre e ottobre». Ieri a Carpineto il quadro, già piuttosto difficile in precedenza (l'acqua viene erogata per tre ore ogni due giorni), è diventato più complicato. Il sindaco Quirino Briganti non sa più a che santo votarsi: «La popolazione è provata- spiega -,ci sono zone dove da giorno non arriva neppure una goccia. E oggi (ieri per chi legge,ndr) non ho visto né autobotti, né buste d'acqua: niente di niente». La grande sete opprime soprattutto le zone in alta quota nel paese. «Protesto ufficialmente con Sessa e il presidente della Provincia -conclude Briganti-, sarà molto difficile superare l'estate». Tra i sindaci cresce la preoccupazione. In tutti i centri del Simbrivio è crisi piena e l'Inars (l'Istituto regioni storiche con sede ad Arcinazzo) chiede una commissione d'inchiesta parlamentare. «Non c'è acqua neanche per lavarci- dice il sindaco di Gerano, Giorgio Fubelli-, siamo nei guai. Le autobotti non ci sono, non sappiamo cosa fare. Si va verso una situazione drammatica. Ma perché questi lavori di manutenzione non si programmano in anticipo?». Il flusso idrico è stato riaperto nella notte (a Valmontone, nonostante i soldi a disposizione, da mesi si attende un intervento vicino all'ospedale) e solo oggi l'erogazione tornerà regolare. Intanto la nomina di un commissario con poteri straordinari, dopo dieci giorni, ritarda. L'ordinanza è alla Regione, poi finirà al Governo. Lo stato d'emergenza ha il ritmo delle tartarughe, mentre si avvicinano le ferie. (da Il Messaggero del 10/07/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Senza autobotti nel giorno più secco" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/