Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Studente muore, donati gli organi

 .:Inviato Mercoledì, 03 luglio 2002 @ 00:45:00 da titiro
Rassegna Stampa Guidonia: Arsenio Petrella, 19 anni, si è ribaltato con l’auto Non potrà sostenere gli esami orali della maturità, ma la sua gioia di vivere continuerà con le persone che riceveranno i suoi organi. I genitori di Arsenio Petrella, 19 anni, di Guidonia, appena hanno saputo che per il loro ragazzo non c'era più niente da fare, non hanno avuto un attimo di dubbio. Hanno deciso di donare tutti gli organi del figlio, morto ieri mattina nell'ospedale San Filippo Neri di Roma dopo il terribile incidente automobilistico di giovedì avvenuto in via del Pantano. Erano le 13, ed Arsenio Petrella, che guidava una Fiat Cinquecento stava accompagnando a casa il suo amico di classe e di studi Domenico, 20 anni di Villalba. Erano stati appena nella loro scuola, dove, qualche giorno prima si erano impegnati nelle prove scritte della maturità dell'istituto professionale per operatore chimico biologico. Erano andati bene tutti e due, forse parlavano dell'ultima fatica che avrebbero dovuto affrontare. Il temutissimo colloquio orale, fissato per il 4 luglio e poi, finalmente sarebbero partiti per le vacanze. Poi forse per una distrazione , oppure per la velocità sostenuta, il dramma. In via del Pantano, la strada che collega Guidonia con Villalba Arsenio Petrella ha perso il controllo dell'auto. A qualche metro di distanza, in via Trento, le ruote della macchina sono finite nel canaletto che costeggia la carreggiata e la Cinquecento, dopo un terribile testa coda si è ribaltata su se stessa. Ai primi soccorritori le condizioni del ragazzo alla guida sono apparse subito gravissime. Per tirarlo fuori dal groviglio di lamiere sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. Aveva lesioni interne, fratture e gravi ferite, mentre Domenico, miracolosamente salvo, aveva riportato solo delle contusioni ed un grave stato di choc: guarirà in dieci giorni. Arsenio Petrella è stato trasportato in ambulanza al San Giovanni Evangelista di Tivoli dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico d'urgenza. E dopo qualche ora, in prognosi riservata è stato trasferito a Roma, al San Filippo Neri. Non ha mai ripreso conoscenza, e ieri mattina, dopo tre giorni di agonia, i medici hanno diagnosticato la morte. «Non riesco a pensare che quel ragazzo non ci sia più- diceva ieri la mamma di Domenico, scampato per un soffio alla morte - veniva a chiamare mio figlio, studiavano e poi facevano qualche partita a pallone per distrarsi. Domenico è sconvolto, era il suo migliore amico. Le decisione dei genitori di Arsenio di donare gli organi è stato un atto di grande coraggio ed umanità che solo chi ha dei figli può comprendere fino in fondo. Forse un po' li consolerà sapere che il loro ragazzo anche nella morte ha fatto del bene, e che altre persone gravemente malate possono tornare a sorridere grazie a lui. Ma lo strazio è ugualmente terribile». (da Il Messaggero del 02/07/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Studente muore, donati gli organi" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/