Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Simbrivio, è stato d’emergenza

 .:Inviato Domenica, 30 giugno 2002 @ 21:31:13 da titiro
Rassegna Stampa Dichiarazione del Consiglio dei Ministri per fronteggiare la situazione idrica di 48 comuni. Dalla Provincia acqua minerale gratis. Stato d'emergenza per l'acquedotto del Simbrivio. Lo ha deciso ieri il Consiglio dei ministri per fronteggiare la grave crisi idrica che angoscia quasi tutti i 48 comuni della provincia (60 nel Lazio) serviti dal Consorzio romano. La richiesta era partita dal dipartimento della Protezione civile dopo un vertice tra il responsabile Guido Bertolaso, il prefetto di Roma Emilio Del Mese e i commissari dell'ente idrico, che gestisce 400 chilometri di condotte con mezzo milione di utenti nelle province di Roma, Frosinone e Latina. Ieri, dunque, è arrivato l'atteso provvedimento del Governo che consentirà di giungere nel giro di qualche giorno (forse tra lunedì e martedì) alla nomina di un commissario con poteri straordinari e, subito dopo,all'avvio delle opere allo scopo di garantire più acqua al Simbrivio. L'ente guidato dall'assessore provinciale all'Ambiente, Massimo Sessa, ha presentato un piano per evitare la "Grande sete": sono previste nuove captazioni alle sorgenti della Mola,Cornetto e Pertuso (quest'ultima fa prevedere tempi più lunghi), oltre alla realizzazione di alcuni pozzi. «L'obiettivo del Simbrivio (che ha già ridotto l'erogazione del 40%) - dice il vice commissario Guido Milana - è di immettere nelle condotte, entro un mese dall'ordinanza della Protezione civile, l'acqua della Mola e del Cornetto per circa 200 litri al secondo» (cioè il 20% della portata massima dell'ente e il 30% di quella odierna). Ma il tempo stringe (da gennaio non c'è stato alcun risultato concreto) e bisogna far presto. Anche perché non esiste ancora un piano per superare l'attuale emergenza e, come dicono al Simbrivio, non si trovano neanche le autobotti per rifornire i comuni. Una situazione, insomma, complicata. Intanto, mentre la Provincia distribuirà gratis bottiglie d'acqua minerale, i disagi si sprecano (a Bellegra diverse zone vengono "assistite" dalla Protezione civile,ma problemi ci sono anche in tanti altri centri, specie nella Valle dell'Aniene) e la prossima settimana il Consorzio, con tutta probabilità, taglierà ancora il flusso idrico. L'erogazione sarà, quindi, quasi dimezzata. (da Il Messaggero del 29/06/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Simbrivio, è stato d’emergenza" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/