Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Il bar è chiuso: turisti assetati

 .:Inviato Lunedì, 24 giugno 2002 @ 12:29:04 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli, caldo e disagi per i visitatori di Villa Adriana. Il locale all’ingresso dell’area archeologica ha il tetto pericolante, il servizio svolto “solo cappuccino e acqua” dai ristoranti vicini Villa Adriana, un deserto per i turisti. Le temperature record di questi giorni stanno mettendo a dura prova la resistenza dei visitatori del parco archeologico alle porte di Tivoli. L'unico ristoro all'interno della villa, che occupa un'estensione di oltre cento ettari, è un filo d'acqua che esce da una fontanella vicino i cancelli. Da sei mesi, infatti, è chiuso il bar vicino la biglietteria che insieme al book shop doveva rappresentare uno dei fiori all'occhiello dei servizi di accoglienza. Il motivo è chiaro: il tetto della struttura è pericolante ed il gruppo Terranova - Sirio Hotel, che tre anni fa si è aggiudicato la gara per la gestione della ristorazione all'interno di Villa d'Este e Villa Adriana, ha chiuso il locale in attesa che venga ristrutturato. «Noi da mesi aspettiamo, è stata una decisione economicamente perdente ma necessaria - sottolinea Stefano Terranova - non possiamo giocare sull'incolumità di dipendenti e clienti». Ma sembra che ad irrigire la posizioni sia un braccio di ferro in atto tra la società e la soprintendenza sull’esatta localizzazione di un altro bar che dovrà essere aperto all'interno della villa imperiale, come previsto nel contratto di concessione. Commercialmente la posizione ottimale è la zona centrale e più frequentata, poco lontana dal Canopo, mentre per i dirigenti di Villa Adriana il ristoro sarebbe preferibile in un'area meno "visibile". E se la soprintendente Anna Maria Reggiani preferisce non commentare la vicenda, assicura solo che «la questione dovrà essere risolta al più presto», sui bar fantasma di Villa Adriana interviene il sindaco Marco Vincenzi. «Nei prossimi giorni organizzerò un incontro tra le parti - dice - una via di uscita ci dovrà pur essere.: tutto si ripercuote negativamente sui turisti e di riflesso sull'immagine della città». Intanto spetta ai custodi avvertire i visitatori di portarsi una bottiglia d'acqua lungo il percorso degli scavi, affascinante ma faticosissimo. Per gli "assetati culturali" l'unica possibilità di rifocillarsi sono i ristoranti vicini il monumento. Quello "storico" Adriano, che assicura cappuccino e acqua ma solo se il locale non è affollato, mentre a qualche centinaio di metri di distanza i gestori di "Villa Esedra" si sono organizzati: hanno un nuovo servizio bar. (da Il Messaggero del 23/06/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Il bar è chiuso: turisti assetati" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/