Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Ospedale a caccia d’infermieri

 .:Inviato Venerdì, 07 giugno 2002 @ 18:41:26 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli: in organico ne mancano 50, ma la Asl ne avrebbe bisogno di altri 168 Ospedale di Tivoli, cercasi infermieri disperatamente. In organico ne mancano almeno 50 su 332 in servizio, comprese caposala ed ostetriche. E sono circa 500 quelli di cui avrebbe bisogno la Asl. E' un problema per la direzione sanitaria, che spera, con un concorso ancora in atto di rinfoltire i professionisti delle corsie e di reclutare qualche "matricola" entro l'estate, anche perchè con l'arrivo delle ferie il personale si riduce drasticamente. Ma c'è di più. Al San Giovanni Evangelista restano ancora accorpati i reparti uomini e donne di ortopedia e chirurgia, con una drastica diminuizione dei posti letto. All'inizio la convivenza tra pazienti di sesso opposto era stata dettata da dei motivi d'urgenza, a causa dei lavori di rifacimento delle camerate. Ora i lavori di restauro nelle due ale sono quasi ultimati, ma sarà impossibile farli funzionare se non arrivano rinforzi. «Quello del personale è una delle note dolenti dell'ospedale - ammette il direttore sanitario Pier Luigi Zampini - ed è una delle priorità alla massima attenzione della dirigenza della Rmg anche perchè sono in arrivo due nuovi minireparti importantissimi per il presidio e la terapia legata all'urgenza dell'intera azienda sanitaria. Entro l'estate aprirà la sezione ad alta specializzazione per il trattamento dell'ictus con cinque posti letto. E dopo una attesa di oltre vent'anni si sta ultimando il minireparto di dialisi d'urgenza. Tre posti letto più un quarto in isolamento, con la prospettiva di attivare altre otto postazioni per i dializzati. Ma ci vorranno almeno un'altra decina di infermieri». Ed intanto nell'ospadale di Tivoli per la prima volta la parola passa ai pazienti. Il Tribunale per i Diritti del Malato sta distribuendo un questionario per esprimere l’indice di gradimento dei servizi. Il tutto in forma strettamente anonima. «Il nostro obiettivo è monitorare la situazione - spiega Pietro Sabbi - ed alla fine del sondaggio potremo avere uno spaccato del rapporto sanità - paziente, per inoltrare richieste specifiche sulle carenze denunciate». (da Il Messaggero del 07/06/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Ospedale a caccia d’infermieri" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/