Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Bruciate le Poste, per rapina

 .:Inviato Venerdì, 07 giugno 2002 @ 18:35:56 da titiro
Rassegna Stampa Sambuci, incendiata una tanica di benzina per farsi consegnare i soldi. L’assalto è fallito perché le fiamme hanno spaventato gli stessi banditi: gli uffici hanno riportato gravi danni. Intossicata l’impiegata Assalto a mano armata ieri mattina nell'ufficio postale di Sambuci. Intorno alle ore 9,30 , nel tranquillo borgo medioevale della Valle del Giovenzano, i clienti e il personale della piccola agenzia hanno vissuto lunghi attimi di terrore e di paura. Un uomo, non ancora identificato e dell'età apparente di 50 anni, a volto scoperto ed armato di pistola, è penetrato improvvisamente nell'ufficio, intimando all'unica impiegata la consegna di tutto il contante. Al rifiuto della donna, il malvivente ha estratto, da un contenitore, una tanica contenente liquido infiammabile, che ha poi versato sul pavimento, dandogli immediatamente fuoco. Una deflagazione, poi il piccolo e angusto ufficio, dotato di vetri blindati, è stato avvolto dalle fiamme e da un fitto fumo nero che ha reso irrespirabile l'aria. La gente, in fila per riscuotere la pensione e spedire una raccomandata, presa dal panico, è fuggita gridando e chiedendo aiuto. Nel marasma della confusione, il rapinatore è riuscito tranquillamente a salire su una Citroen Saxo rossa, guidata da un complice, che lo attendeva nella piazza antistante. Il probabile obiettivo dei delinquenti, erano i valori trasportati dal furgone postale, arrivato a destinazione fortunatamente con molte ore di ritardo, per una modifica al percorso abituale. Le grida hanno ovviamente attirato l'attenzione di tutto il piccolo paese, che si è precipitato a prestare il necessario aiuto ai malcapitati. Anche l'impiegata dell'ufficio è riuscita a uscire ed è stata soccorsa dai suoi concittadini. Alcuni volontari, muniti di estintori e di secchi d'acqua, hanno iniziato l'opera di spegnimento dell'incendio, completata poi dai vigili del fuoco, arrivati sul posto dalla vicina stazione di Tivoli. «Il nostro ufficio postale è stato completamente distrutto - dichiara il sindaco, Antonio Tuterti - sono andati in cenere i nuovi computer e gran parte della documentazione dell'archivio, tanto da rendere inutilizzabile la struttura, fortunatamente non si sono contate vittime tra i presenti». Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri della compagnia di Subiaco e di Tivoli, in volo si è anche alzato un elicottero dell'arma, per cercare i fuggitivi. A dare il proprio contributo all'azione di ricerca, sono anche arrivate alcune volanti del commissariato di Tivoli. Sono stati istituiti posti di blocco sulla Tiburtina, sulla Sublacense e sull'Empolitana, possibili vie di fuga dei malviventi, tutt'ora latitanti. Sul luogo della tentata rapina, è sopraggiunta anche un'ambulanza del 118, che ha trasportato l'impiegata postale all'ospedale di Tivoli, dove ha ricevuto le cure del caso, per poi essere dimessa con una prognosi di quattro giorni, per intossicazione da fumo e forte stato ansioso. Una delle prime a prestare soccorso è stata la proprietaria della pizzeria adiacente all'ufficio. «All'improvviso si è sentita una forte esplosione - dichiara la signora- sono immediatamente uscita dal mio locale e ho aiutato chi ne aveva bisogno». Il sindaco ha già predisposto un locale comunale come ufficio postale di emergenza, che sarà subito attivo. Gli investigatori dell'arma hanno già una pista su cui lavorare: le modalità in cui si è svolta l'azione criminosa fanno pensare a rapinatori non professionisti, ma di chiaro accento italiano. «E' una cosa sconvolgente- conclude il primo cittadino Tuterti- il nostro è stato sempre un borgo tranquillo». (da Il Messaggero del 07/06/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Bruciate le Poste, per rapina" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/