Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Nasce il circuito delle ville

 .:Inviato Martedì, 04 giugno 2002 @ 16:03:53 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli, proposto un biglietto unico per i monumenti Trasformare le ville delle meraviglie di Tivoli in una vera industria per il turismo. Con nuove possibilità occupazionali ed un circuito culturale che preveda un biglietto unico per Villa d'Este e Villa Adriana ma che comprenda anche i monumenti "dimenticati". Come Villa Gregoriana, la Rocca Pia, la Mensa Ponderaria ed il Santuario di Ercole Vincitore. Queste le proposte lanciate ieri nel convegno organizzato dalla Cgil Funzione Pubblica nella sala del Trono di Villa d'Este, che ha raccolto intorno ad un tavolo i soprintendenti, esponenti del Ministero con il sindaco di Tivoli, i rappresentanti del commercianti ed una delegazione dei precari, i custodi dei monumenti - solo a Villa d'Este e Villa Adriana sono una quarantina- il cui contratto scade il prossimo 31 dicembre. «Ed è chiaro - ha sottolineanto Gervasio Capogrossi, segretario della Cgil Roma Est - che senza il loro le ville tiburtine dovrebbero chiudere i battenti. Per realizzare qualsiasi obiettivo di crescita economica è necessario assumere definitivamente i precari, come è previsto da una legge ora in discussione, altrimenti l'apertura dei cancelli, specialmente durante gli eventi straordinari, sarà a riuchio». E' già successo qualche settimana fa, quando i giubilari e gli assistenti tecnici museali hanno incrociato le braccia e le due ville di Tivoli sono rimaste chiuse al pubblico. Ma la vera scommessa per il territorio è come sfuttare in termini di ricchezza il grande numero di visitatori, sono poco meno di un milione all'anno, che si riversano a Tivoli senza, di fatto, trovare alcun servizio di accoglienza esclusi quelli all'interno delle ville. Per la Cgil una possibilità c'è, ed è una consulta permanente costituita dalle soprintendenze, il comune, i commercianti, il sindacato e le forze sociali in grado di organizzare l'indotto turistico. «Noi siamo pronti, ma ne sentiamo parlare da almeno un decennio- dice il coordinatore territoriale della Confesercenti Marco Annarumi- le possibilità sono enormi, ma manca una programmazione degli interventi a livello urbanistico e commerciale e non c'è confronto tra i vari enti interessati. Con il risultato che il turismo continua ancora ad essere un "affare "per pochi». (da Il Messaggero del 04/06/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Nasce il circuito delle ville" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/