Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Villa d’Este chiusa per protesta

 .:Inviato Martedì, 14 maggio 2002 @ 16:29:44 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli, i precari addetti alla vigilanza domenica hanno incrociato le braccia. Centinaia di visitatori sono stati rimandati indietro perché il personale di turno ha aderito allo sciopero nazionale. I precari incrociano le braccia e villa d'Este di Tivoli chiude ai visitatori. E' successo domenica scorsa, quando delle quindici persone di turno alla vigilanza del monumento, una decina erano assistenti museali e giubilari. Hanno aderito tutti allo sciopero nazionale proclamato dai precari dei beni culturali che rischiano il licenziamento a fine anno, ed monumento ha dovuto chiudere i battenti. Non accadeva da decenni che in un giorno festivo e primaverile, in cui si registra l'afflusso record di visitatori con migliaia di presenze, la residenza estense fosse sbarrata ai turisti. E sono state centinaia le persone che arrivate in piazza Trento, hanno trovato il cancello chiuso ed hanno dovuto fare marcia indietro. Nella stessa giornata nessun problema per Villa Adriana, che era invece stata costretta a chiudere per lo sciopero del 27 aprile scorso. «Ma se la situazione non si risolve e continua la mobilitazione dei precari - ammettono dalla direzione di Villa d'Este- è a rischio l'intera stagione estiva per il monumento». Tra assistenti tecnici museali e giubilari (assunti con contratto a termine nel 99'- 2000) nelle due ville tiburtine lavorano oltre cinquanta persone. Offrono servizi di accoglienza ai visitatori, forniscono informazioni e garantiscono l'apertura dei musei nell'orario prolungato e notturno. Ma soprattutto sono indispensabili perchè vanno ad aumentare il personale di custodia e vigilanza di ruolo nei monumenti che altrimenti tra turni e ferie degli addetti, dovrebbero restare chiusi. A Villa Adriana, ad esempio, su un'area archeologica che misura 120 ettari lavorano 45 persone con contratto a tempo indeterminato a quali si aggiungono 18 giubilari. E secondo delle stime della Uil, nella più grande villa romana portata alla luce, ce ne vorrebbero almeno il doppio. Altra situazione da allarme rosso è a Villa d'Este. Qui il personale di custodia è sulle cinquanta unità, più 19 assistenti tecnici museali e sette giubilari. Ma nella villa tiburtina, dalla fine di maggio, avverrà una rivoluzione epocale: i servizi di accoglienza e di biglietteria saranno appaltati ad una ditta esterna come è già successo per Villa Adriana e nei principali musei italiani. «Per noi che lavoriamo nel monumento, a vertenza si aggiunge vertenza- dice il delegato Cgil degli Atm Alessandro Purificato - alla situazione di incertezza contrattuale si associa la preoccupazione per il nostro ruolo. Da mesi le visite guidate gratuite sono state di fatto abolite, e noi siamo "posteggiati" davanti le fontane principali. Abbiamo chiesto un incontro con la direttrice e con il soprintendente. Siamo stati scelti tramite un concorso, siamo appassionati del nostro lavoro». (da Il Messaggero del 14/05/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Villa d’Este chiusa per protesta" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/