Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Villa Braschi terra di nessuno

 .:Inviato Martedì, 14 maggio 2002 @ 16:20:03 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli, il comitato di quartiere sul piede di guerra per lo stato d’abbandono E' uno dei quartieri più abitati di Tivoli. Oltre dodicimila persone, ma a Villa Braschi, ex zona residenziale costruita negli ultimi 40 anni intorno una sola strada nella parte alta della città, è inutile cercare marciapiedi. Non ce ne sono. In compenso ci sono buche grandi come crateri, nessun servizio, continui episodi di microcriminalità ed un acquedotto che quando non eroga acqua inquinata funziona ad intermittenza. «Noi - dice il presidente del comitato di quartiere, Michele Castelmani - non sappiamo più a chi rivolgerci. Siamo abbandonati da tutti. Ed abbiamo scoperto che nel programma delle opere pubbliche previsto dal Comune per il triennio 2002-2004 nemmeno un euro è stato destinato alla zona». I residenti di Braschi sono anni che firmano esposti, chiedono incontri e denunciano una situazione da allarme rosso anche sulla "questione" sicurezza. «Ma a nessuno - continua allargando le braccia il rappresentante dei residenti - sembra importare che qui ci sono continui furti e danneggiamenti di auto, e nel parco di Villa Braschi, unica zona verde della città, di notte succede di tutto. E la mattina troviamo siringhe usate e profilattici». Un altro problema è l'acquedotto Ronci, che eroga acqua potabile a diversi quartieri di Tivoli. A più riprese negli anni scorsi, si è scoperto che forniva acqua inquinata da colibatteri, c'è una sentenza del giudice di pace che ha condannato il Comune ad un risarcimento a cinque famiglie di Braschi che si erano rivolte al Codacons. Ma il bottino e le condutture, posizionate sulla collina a ridosso dei palazzi continuano ad essere nel degrado più assoluto, ed i residenti si sono rassegnati ad usare solo acqua minerale. (da Il Messaggero del 12/05/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Villa Braschi terra di nessuno" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/