Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Il prefetto: «Centauri, tolleranza zero»

 .:Inviato Mercoledì, 01 maggio 2002 @ 22:01:20 da titiro
Rassegna Stampa Valle dell’Aniene: iniziative contro gli indisciplinati, in particolare lungo Tiburtina e Sublacense I centauri si scatenano nel fine settimana sulle strade della Valle dell’Aniene e ora interviene il prefetto di Roma Emilio Del Mese. Per fermare le corse delle maximoto lungo le strade del Sublacense la Prefettura sta infatti studiando iniziative allo scopo di contrastare il dilagante fenomeno che, in questi giorni, ha fatto nuovamente esplodere forti polemiche per il rischio d'incidenti. Sulla questione - già lo scorso anno ci furono molte proteste - si sono mobilitati alcuni sindaci e il prefetto si appresta a far scattare un piano per garantire alti livelli di sicurezza. Il programma prevede massima severità nei confronti dei centauri in particolare sulla Tiburtina (da Mandela ad Arsoli) e sulla Sublacense (specie tra Subiaco e gli Altipiani di Arcinazzo), che nel week-end si trasformano in autodromi, creando allarme tra automobilisti e abitanti. «Stiamo preparando - spiega il prefetto Del Mese - una mappa sui "buchi neri" e i motociclisti indisciplinati non avranno vita facile. Ci saranno controlli rigidi su tutte le strade, dislocheremo le pattuglie delle forze dell'ordine per impedire che si metta a repentaglio l'incolumità pubblica. Chi non rispetta le norme sarà punito». In Prefettura si lavora per preparare una mappa con l'indicazione di strade, giorni e orari in cui, con maggiore frequenza, si registrano le incursioni delle maximoto. La questione è stata affrontata lunedì sera durante un incontro tra il prefetto e il sindaco di Cineto Romano, Francesco Meloni, che è tornato a chiedere maggiori controlli nel Sublacense sollecitando anche di arrivare alla costituzione di gruppi intercomunali di vigili urbani. Un'idea che ha trovato d'accordo il prefetto. «Faremo tutto ciò che è necessario - aggiunge Del Mese - senza alcuna tolleranza. Ogni anno accadono troppi incidenti mortali ed è quindi doveroso adottare tutte le misure di prevenzione e repressione». Eccesso di velocità e guida senza il casco, sorpasso a destra e occupazione delle corsie d'emergenza, dunque, troveranno presto risposte adeguate da parte di polizia, carabinieri, vigili urbani e Guardia di Finanza. «La parola d'ordine - conclude il prefetto, che al riguardo annuncia una seduta del Comitato provinciale per la sicurezza - è tolleranza zero. D'ora in poi vogliamo serenità sulle strade». Anche il sindaco di Cineto usa toni duri: «I centauri pericolosi - dichiara - vanno fermati utilizzando tutti i mezzi a disposizione. E' necessario potenziare i controlli nella Valle dell'Aniene, perché già in queste settimane si è assistito ad autentici raid dei motociclisti con gare di velocità e sorpassi rischiosi. Non si può più tollerare una situazione simile, che provoca tensione e comprensibile paura tra i cittadini» . (da Il Messaggero del 01/05/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Il prefetto: «Centauri, tolleranza zero»" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/