Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Blitz contro il lavoro nero

 .:Inviato Sabato, 13 aprile 2002 @ 10:57:13 da titiro
Lavoro e sindacato “Tolleranza zero”: in azione la task-force per individuare i cantieri non in regola nella provincia. Controllate centoquaranta aziende e sigilli per quindici «Tolleranza zero» per i cantieri irregolari in tutta la provincia di Roma. Quindici i sequestri già effettuati solo nelle ultime settimane e centoquaranta le imprese controllate. E' questo il bilancio della prima fase di attività della "task-force" istituita dal prefetto di Roma Emilio Del Mese per garantire la massima sicurezza e regolarità nei cantieri che operano nel settore del commercio, della ristorazione alberghiera e degli esercizi pubblici. In pochi giorni i controlli hanno dunque fatto emergere numerose violazioni, portando alla chiusura di diversi cantieri dove i lavori venivano eseguiti senza il rispetto delle norme sulla sicurezza. Forze di polizia, ispettori dell'ufficio provinciale del lavoro, dell'Inail e dell'Inps hanno iniziato una lotta a tutto campo contro "cantiere selvaggio". Il prefetto, in una nota, sottolinea anche l'attività svolta dalla Guardia di Finanza, che lo scorso mese ha eseguito 27 controlli, scoperto 43 lavoratori irregolari (di cui 21 "in nero") e individuato 245 mila euro di ritenute non versate. Il piano di repressione messo a punto dalla prefettura, su richiesta del ministro dell'Interno Claudio Scajola, è scattato dopo gli ultimi incidenti verificatisi nelle cave di marmo a Guidonia e andrà avanti anche nei prossimi mesi con la stessa decisione. Verifiche e controlli a tappeto si concentreranno sulla Capitale per estendersi poi, in fasi diverse, su tutto l'hinterland. Negli ultimi giorni la task-force ha scoperto diverse irregolarità in particolare nella zona di Frascati e a San Cesareo, dove sono state controllate 27 ditte e si è proceduto anche al sequestro di un'intera palazzina interessata a opere di ristrutturazione. Inoltre, l'altro ieri, sono state accertate una serie di irregolarità in un laboratorio di fuochi d'artificio a Guidonia. «La task force - dichiara il Prefetto di Roma - sta ottenendo ottimi risultati con un'azione coordinata di tutte le forze in campo, che evita tra l'altro di ripetere controlli già svolti, assicurando la massima efficacia durante le verifiche anche grazie al prezioso contributo della Guardia di Finanza». Basta, insomma, con gli incidenti nei cantieri e con l'utilizzo dei lavoratori clandestini. Le disposizioni impartite dal prefetto sono rigide e prevedono, nei casi di violazioni più gravi, persino l'arresto per i titolari dei cantieri. «Il lavoro di squadra - conclude Del Mese - prosegue nel modo migliore. Sul fenomeno dell'immigrazione clandestina e sulla pericolosità dei cantieri non si può più transigere». (da Il Messaggero del 12/04/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Lavoro e sindacato


Articolo più letto relativo a Lavoro e sindacato:
Assunzioni e questione morale

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Blitz contro il lavoro nero" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/