Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Rapinate mentre vanno a scuola

 .:Inviato Mercoledì, 10 aprile 2002 @ 21:48:45 da titiro
Rassegna Stampa Guidonia, tre diciassettenni aggredite da due giovani e una ragazza. Sono state fermate intorno alle 7,30 e, sotto la minaccia di una pistola, costrette a consegnare le borse. Momenti di terrore per tre studentesse di Guidonia che ieri mattina sono state rapinate da tre giovani armati di pistola un momento prima di entrare a scuola. Il fatto è successo intorno alle 7,30. Le tre ragazzine, tutte diciassettenni, stavano percorrendo via Gian Lorenzo Bernini, località Pichini, nei pressi delle cementerie della città. Come tutte le mattine, fra una chiacchiera e l'altra, andavano a prendere l'autobus che le avrebbe portate a scuola. Qualche fermata e poi l'arrivo all'istituto di ragioneria, a Guidonia. E qui inizia la brutta avventura. Una Golf grigio scuro si accosta al gruppetto. A bordo, due giovani e una ragazza. In un primo momento le tre minorenni pensando che si tratti di compagni di scuola, e senza sospettare nulla scambiano anche qualche parola con loro che continuano a retare in auto. A rassicurarle è soprattutto la presenza della ragazza, che fisicamente dimostra più o meno la loro età. Stranamente però il tono della conversazione diventa più duro, le parole dei tre in auto diventano sempre più pesanti, le ragazze cominciano a sentirsi a disagio. All'improvviso, dalla Golf scende uno dei due ragazzi impugnando una pistola - una semiautomatica si saprà successivamente dai rilievi effettuati dalla polizia - contro il volto di una delle studentesse, intimandole diconsegnare cellulari, zaini e soldi. Una rapina in piena regola. «Dateci tutto quello che avete» grida il ragazzo , sempre impugnando l’arma. Le ragazze terrorizzate lasciano cadere le borse a terra affinché il rapinatore possa prenderle. Soltanto una delle vittime reagisce, istintivamente tenta di riafferrare la borsa, cercando di allontanarsi a piedi per sfuggire ai malviventi. Ma viene subito bloccata dal conducente dell'auto che, sceso come una furia, minaccia pesantemente anche lei. La scaraventa a terra e le prende lo zaino. Alle ragazze non resta che consegnare tutto. Il rapinatore risale quindi alla guida della macchina ed a velocità elevata i tre si danno alla fuga in direzione della Capitale. Il bottino è scarso. Il tempo di riprendersi e raccontano la vicenda ai familiari e accompagnate da loro sporgono denuncia al posto di polizia di Guidonia. Dal Commissariato di Tivoli partono le volanti che perlustrano tutto il territorio, soprattutto le arterie principali della città. I poliziotti lavorano a ritmo serrato per tutto il pomeriggio. Sentono le tre vittime che, in base a quello che ricordano, danno una descrizione fisica dei tre giovani. Gli inquirenti riescono a scoprire un dettaglio importante che sembra li abbia messi sulla strada degli autori del fatto. Il modo in cui è stata messa a segno la rapina, infatti, pare che sia identica a quella seguita in altri casi. Al setaccio, oltre una decina di denuncie presentate da giovani donne che sarebbero rimaste vittime di rapine effetuate allo stesso modo. Secondo gli investigatori, che hanno continuato la tecnica usata in questi casi sarebbe troppo simile per escludere che si tratti di malviventi diversi. (da Il Messaggero del 10/04/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Rapinate mentre vanno a scuola" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/