Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 TIVOLI Si apre la kermesse di primavera. Tante novità ma anche molte polemiche

 .:Inviato Lunedì, 11 marzo 2002 @ 21:10:51 da titiro
Rassegna Stampa La fiera dei cavalli tra i veleni Proteste contro i rincari: «Le piazzole per gli stand a peso d’oro»Un salto indietro nel tempo per offrire, come alla fine del 1800, la compravendita del bestiame ed un balzo in avanti per quanto riguarda le tariffe dei moduli dove collocare la mercanzia. La fiera del bestiame e delle merci, che a Tivoli coincide con il giorno di San Giuseppe, come mai, quest'anno, si presta ad essere motivo di soddisfazione per il progetto di collocazione nel centro storico della città attraverso moduli strutturati e, su altro fronte, fonte di polemiche e di veleni. Tra le novità positive e comunque interessanti la manifestazione " Vivinatura" che affiancherà per tre giorni, dal 17 al 19 marzo, la fiera vera e propria. Ospitata all'interno dell'Anfiteatro Bleso prevede la degustazione di prodotti agroalimentari tipici e biologici, una esposizione di cavalli per favorire la conoscenza di questi splendidi animali e far avvicinare grandi e piccoli alla fruizione della natura. Non mancheranno comunque neanche i momenti di spettacolo con l'esibizione degli sbandieratori della Quintana di Ascoli Piceno ed un concerto di cantastorie, anche qui un tuffo nel passato, quando questi "artisti", proprio di fiera in fiera, facevano i cronisti di fatti di sangue, di amori, di vita. Ci sono in queste ore però delle polemiche di cui si è fatto portavoce Luigi Guerrireo, il presidente della federazione degli ambulanti tiburtini che denuncia rincari esorbitanti sui costi dei posti in fiera. «Tra poco prenotare a Tivoli sarà come farlo per la fiera di Milano» ha affermato ricordando che dalle 35mila alle 80mila lire che fino all'anno scorso si pagavano ora, ogni esercente, dovrà accollarsi una spesa che va dai 150 ai 250 euro attuali per banco. «I costi sono stati solo in parte equiparati a quanto previsto, per le fiere e gli eventi, dal decreto legislativo 507 del 1993 - ribatte l'assessore alle attività produttive Daniela Ventura- e il provvedimento è stato già adottato dal dicembre scorso. Inoltre nei moduli per la prenotazione i costi erano riportati chiaramente». Una polemica dunque, a dirla con l'assessore, non nuova che già si era scatenata all'indomani della delibera del provvedimento e che aveva fatto paventare anche l'assenza degli operatori, per protesta, dalla fiera. «Tutto questo - dicono ancora da palazzo San Bernardino - non è avvenuto e su 281 domande abbiamo potuto assegnare il posto solo a 149 operatori, quanto gli spazi consentivano». Certo sarà il bilancio di resoconto della manifestazione a dare certezza a una o all'altra posizione per ora si spera solo che i "rincari" non finiscano per essere imposti sui cartellini e quindi pagati, seduta stante, dai clienti. (da Il Tempo del 9/03/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"TIVOLI Si apre la kermesse di primavera. Tante novità ma anche molte polemiche" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/