Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Gli 007 delle cave tornano sui banchi di scuola

 .:Inviato Mercoledì, 06 marzo 2002 @ 17:20:25 da titiro
Rassegna Stampa GUIDONIA Parte il primo corso di formazione per ispettori del servizio di polizia mineraria Ispettori in giro per le cave a controllare sicurezza e regolarità dei permessi amministrativi e futuri ispettori sui banchi di scuola per prepararsi, con un corso di formazione regionale, a questo importante e delicato compito. E' partito il primo corso di formazione regionale per il servizio di polizia mineraria fortemente voluto per migliorare i livelli preventivi ed ispettivi nelle attività estrattive Dodici i corsisti e un uditore che andranno, a fine anno, ad aumentare l'organico di questo servizio fino a 15 unità. Un inizio corso con la presenza dell'assessore regionale alle attività produttive Francesco Saponaro che ha ribadito come per l'impresa la sicurezza non è un impedimento allo sviluppo ma un requisito di qualità. «Le imprese di Tivoli e Guidonia- ha poi aggiunto l'assessore- avranno da oggi sessanta giorni di tempo per adempiere le prescrizioni che abbiamo stilato. E' un atto che restituisce loro certezza giuridica, che definisce cioè ciò che "si deve fare" per garantire i livelli di sicurezza dei lavoratori e che, fatte salve le disposizioni dell'autorità giudiziaria, individua nella polizia mineraria l'unico soggetto competente». Tredici i punti che il direttore del dipartimento sviluppo economico ha ritenuto improcrastinabili in una sorta di documento che traccia le linee guida che ciascuna impresa dovrà seguire a livello di sicurezza e nelle operazioni di ritombamento degli scavi, nella formazione delle rampe di accesso ai piazzali di cava ed ai fronti di coltivazione, nella messa in opera di muri di contenimento costituiti da blocchi di travertino. Sono state infatti le ispezioni di queste settimane a far capire che di regole certe sembrava non esserci traccia e che ognuno, nel proprio ambito, aveva un concetto a volte anche molto sfumato dei fattori di rischio e delle procedure assolutamente necessarie per garantire sicurezza a tutti procedendo non certo nella illegalità ma con qualche pecca, questo si. (da Il Tempo del 06/03/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Gli 007 delle cave tornano sui banchi di scuola" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/