Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Incontro Comune-Regione Bagni di Tivoli Procedura d’urgenza per riaprire l

 .:Inviato Venerdì, 01 marzo 2002 @ 21:17:16 da titiro
Rassegna Stampa Sarà attivata la cassa integrazione per i 70 lavoratori BAGNI DI TIVOLI - Procedura d'urgenza per l'esame delle autorizzazioni necessarie alla riapertura della attività nelle due cave di travertino che gli ispettori di polizia mineraria della regione Lazio avevano chiuso subito dopo che erano partiti i controlli, voluti dallo stesso prefetto Del Mese all'indomani dell'ennesimo grave incidente avvenuto in una cava della zona. Come si ricorderà la tensione, in quelle 40 ore che furono necessarie per recuperare il corpo del giovane Eugenio Longo, era salita alle stelle con dichiarazioni che avevano finito per creare un clima di profondo malessere. L'intesa è scaturita in un incontro avvenuto alla regione al quale hanno partecipato le associazioni dei cavatori ed il sindaco di Tivoli mentre, come sottolineano in un comunicato i consiglieri regionali Carlo Lucherini e Tonino D'Annibale, > . Si apre così uno spiraglio per i 60 lavoratori che potrebbero usufruire di un periodo di cassa integrazione per il tempo necessario all'esame di tutta la documentazione e che grazie proprio all'adozione della procedura d'urgenza si dovrebbe ridurre al minimo e comunque dovrebbe essere proprio limitato. Ma dalla regione si è tornato anche a chiedere nuovamente ai comuni di Tivoli e, contemporaneamente a quello di Guidonia, la presentazione del piano stralcio delle attività estrattive che i comuni avrebbero dovuto, da tempo, approvare e presentare in maniera da fornire un quadro di riferimento certo per poter procedere con le nuove autorizzazioni. In questo settore diventa estremamente difficile, infatti, continuare ad andare avanti senza programmazione e senza che poi si possano evitare gli incidenti e le irregolarità che sembrano essere state fino ad oggi all'ordine del giorno come spesso hanno denunciato gli stessi lavoratori ed i sindacati. Una situazione quella di tensione e accuse, nei confronti degli imprenditori, sostenuti in questa battaglia dal presidente del centro per la valorizzazione del travertino, Filippo Lippiello, che avevano ribadito, in un comunicato, il ripetersi di > In attesa dunque che i piani stralcio vengano alla luce la commissione attività produttive della regione si è impegnata a verificare con rapidità le richieste di autorizzazioni che riguardano il settore travertino per dare almeno una mano a creare un clima di regolare svolgimento delle attività estrattive e porre, se necessario, veti che non indulgano a "produrre" autorizzazioni "fai da te". (da Il Tempo del 01/03/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Incontro Comune-Regione Bagni di Tivoli Procedura d’urgenza per riaprire l" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/