Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Lucretili, un Parco di polemiche

 .:Inviato Domenica, 17 febbraio 2002 @ 13:13:49 da titiro
Rassegna Stampa La partita si gioca sulla riperimetrazione, con l’apertura di spazi venatori, e su una possibile nuova amministrazione. La Regione: «Sindaci in rivolta». Ma presidente e interessati smentiscono Parco regionale dei Monti Lucretili: è guerra con la Regione. Da una parte c'è l'assessore all'Ambiente della Pisana Marco Verzaschi, che dopo aver incontrato gli amministratori dei tredici comuni nella riserva naturale formula un comunicato in cui si parla di «rivolta dei sindaci», accusa l'ente gestore di «immobilità e conseguente disagio per la cittadinanza e le istituzioni locali» e delinea un'ipotesi di soluzione proprio nei sindaci insieme ad una direzione «altamente professionalizzata con il compito di gestire il parco in costante rapporto e confronto con le associazioni ambientaliste, agricole e venatorie in armonia con la programmazione regionale». Dall'altra c'è Augusto Forti, da oltre tre anni presidente del consiglio direttivo dei Monti Lucretili, che denuncia: «Siamo di fronte ad un attacco politico senza alcun fondamento». Ed in mezzo ci sono loro, i primi cittadini dei paesi che rientrano nella riserva regionale. «Nell'incontro con l'assessore Verzaschi - sottolinea Bruno Alimonti, sindaco di Percile - non c'è stata, da parte nostra, alcuna rivolta contro chi gestisce i Monti Lucretili. Semmai il problema è di chi vuole cambiare i connotati alla riserva naturale: si parla di una riperimetrazione con l'apertura di spazi venatori e nuova amministrazione. Il che vuol dire mettere in serio pericolo l'unica ricchezza e possibilità turistica del territorio». Il parco Regionale dei Monti Lucretili è stato istituito dalla Regione nel 1989 al fine di salvaguardare un patrimonio naturale di 18mila ettari ricadenti su due province: Rieti per Poggio Moiano, Scandriglia ed Orvinio. Monteflavio, Montorio Romano, Moricone, Palombara Sabina, Marcellina, San Polo dei Cavalieri, Vicovaro, Roccagiovine Licenza e Percile per la provincia di Roma. Obiettivo: tutela e pianificazione degli interventi, soprattutto urbanistici, con il divieto delle attività venatorie e rivalutazione economica del territorio. «Ma di fatto siamo stati lasciati da soli - commenta il presidente Forti - ed ho dovuto sopperire con pochissimo personale e mezzi a tutte le incombenze. Eppure siamo riusciti a fare miracoli: abbiamo concesso dei nullaosta urbanistici, progettato il piano di sviluppo rurale e sono stati effettuati i rimborsi delle attività. Ed inoltre, nonostante non fosse previsto, abbiamo deciso di far partecipare i sindaci alle runioni del consiglio direttivo». (da Il Messaggero del 17/02/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Lucretili, un Parco di polemiche" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/