Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Guidonia, allarme criminalità

 .:Inviato Sabato, 16 febbraio 2002 @ 11:05:36 da titiro
Rassegna Stampa L’appello viene da Villanova, La Botte, Favale e Villalba: un comitato spontaneo ha raccolto cinquemila firme in pochi giorni. Le frazioni si mobilitano per avere più controlli e forze di polizia Hanno raccolto già 5.200 firme il comitatopromotore che vuole avere una caserma dei carabinieri o un posto di polizia a Villanova di Guidonia. Tante adesioni che forse non si aspettavano neppure gli organizzatori costituitosi lo scorso dodici gennaio, con l'obiettivo di attirare l'attenzione sul problema della sicurezza nella frazione. Alla petizione tra i residenti in poco più di un mese hanno aderito in tantissimi e tra oggi e domani, le firme, verranno inviate al Parlamento, al Ministro della Difesa, all'Arma dei carabinieri, al Prefetto, al Questore, al Comitato sicurezza carabinieri di Roma, della Provincia, della Regione Lazio e al Sindaco di Guidonia. Ma cosa vogliono i residenti? Chiedono un maggiore coordinamento delle forze dell'ordine, controlli più incisivi e una collocazione più funzionale al territorio e per raggiungere queste finalità vogliono che la questione approdi immediatamente in Consiglio comunale e che su di essa si esprima la giunta. E' indifferente se otterranno una nuova caserma dei carabinieri o un posto di polizia: ambedue le soluzioni li faranno sentire più tranquilli. «In una zona che comprende circa venticinquemila abitanti - spiega Giuseppe Angelini, ex maresciallo dei carabinieri in pensione e Presidente del Comitato - suddivisi tra Villanova, La Botte e Favale, è assurdo che manchi una postazione delle forze dell'ordine e che il territorio stesso sia diviso, a livello di competenze, tra i carabinieri di Bagni di Tivoli e i militari di Guidonia». Ad esasperare la cittadinanza, i continui episodi di furti e rapine, messi a segno ai danni di abitazioni, banche e gioiellerie. «Sappiamo bene - aggiunge Angelini - che i presidi delle forze dell'ordine sono carenti di personale e non diamo la colpa a nessuno per quello che succede, ma il trasferimento del posto di polizia da Villaba a Guidonia centro ha reso più drammatica la situazione». La musica non cambia a Villalba, dove il Presidente della Circoscrizione Augusto Valeriani, per contrastare il fenomeno della criminalità chiede un vigile di quartiere e a Collefiorito, il cui consiglio circoscrizionale nel mese di gennaio ha scritto al Prefetto per segnalare la situazione esistente nella zona. «I problemi non si risolvono militarizzando il territorio- fanno sapere dalla Compagnia dei carabinieri di Tivoli- perché molto è lasciato al senso di civiltà dei cittadini e alla loro collaborazione con le istituzioni». La nascita di un posto di polizia a Villanova non è «praticabile perché - spiegano invece dal Commissariato tiburtino - a Guidonia già ne esiste uno che ha giurisdizione anche a Villanova e nelle frazioni limitrofe». (da Il Messaggero del 15/02/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Guidonia, allarme criminalità" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/