Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Targa alla memoria: ma quanto ci costa?

 .:Inviato Lunedì, 20 giugno 2011 @ 22:06:47 da usb
Lavoro e sindacato
Oltre al valore di memoria fascista rappresentato da una targa posta al varo della nuova piazza comunale rinnovata , targa contestata da comunita' e da cittadini per il contenuto che rappresenta e che rasenta il reato di "apologia del fascismo" di cui alla L. 645/1952 (*), questa amministrazione Rubeis continua a spendere i soldi pubblici per tutelare a nostro avviso il ricordo di un periodo nero come quello fascista che la targa stessa rappresenta.

Con atto firmato dal Direttore Generale dell'Ente n. 35 del 6 giugno 2011, avente quale oggetto "Impegno per la...
... realizzazione di un impianto di monitoraggio a circuito chiuso per Piazza G. Matteotti", sono state impegnate in fretta e furia le somme pari a circa 20.000,00 euro per la posa di 11 videocamere .

Soldi necessari? Non proprio.

Certo la piazza va tutelata da eventuali atti vandalici. Ma forse il Direttore Generale e il sindaco Rubeis non ricordano che gia' esiste una postazione di telecamere a tutela della piazza, telecamera intallata un paio di anni fa insieme ad una centrale operativa negli uffici dei vigili urbani.

Gia' all'epoca della posa in opera della videocamera attualmente presente, L'USB ha chiesto ed ottenuto a tutela dei cittadini e dei lavoratori del comune, che le funzioni della telecamera stessa fossero regolamentate, con l'eventuale controllo da parte del comando della polizia municipale invece che di privati come era previsto.

L'USB oltre a contestare la posa in opera di una scritta che ricorda un periodo buio come il fascismo, contesta queste spese inutili , effettuate in fretta e furia e senza un progetto preciso, ed evidenzia il pericolo che il controllo venga effettuato non solo sugli atti di vandalismo ma anche sulle attivit? lavorative dell'ente o dei cittadini che vivono la piazza, come i bambini e i ragazzi che frequentano il luogo.



(*) legge 20 giugno 1952, n. 645 ? Legge Scelba
Art. 4 - Apologia del fascismo
Chiunque fa propaganda per la costituzione di una associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalita' ideate nell'art. 1  punito con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire 400.000 a lire 1.000.000. .
Alla stessa pena di cui al primo comma soggiace chi pubblicamente esalta esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalita' antidemocratiche. Se il fatto riguarda idee o metodi razzisti, la pena eì della reclusione da uno a tre anni e della multa da uno a due milioni .
La pena e' della reclusione da due a cinque anni e della multa da 1.000.000 a 4.000.000 di lire se alcuno dei fatti previsti nei commi precedenti e' commesso con il mezzo della stampa.
La condanna comporta la privazione dei diritti previsti nell'art. 28, comma secondo, numeri 1 e 2, del codice penale, per usi periodo di cinque anni.
Vai al post originale

News a cura di: Usb Nord Est di Roma

Automated News by. A.L.

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Lavoro e sindacato


Articolo più letto relativo a Lavoro e sindacato:
Assunzioni e questione morale

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Targa alla memoria: ma quanto ci costa?" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/