Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Una nuova disastrosa crisi alimentare in arrivo?

 .:Inviato Sabato, 12 marzo 2011 @ 18:03:02 da EquoSi
EquoSolidale Insieme ad altre organizzazioni internazionali, ci mobilitiamo per sensibilizzare i leader politici sulla situazione del mercato dei generi alimentari, che rischia di dar vita a una nuova e disastrosa crisi alimentare mondiale. Denunciamo l'impatto della speculazione sui prezzi delle materie prime alimentari e chiediamo ai leader politici e capi di governo di agire immediatamente con riforme in grado di stabilizzare la situazione attuale. Dopo la grave crisi che ha colpito il mondo nel 2008 con l'aumento di prezzi di colture come riso, grano e mais, causando lo scoppio di rivolte in 25...
... Paesi, il rischio che la speculazione finanziaria diventi di nuovo incontrollabile e danneggi in modo irreversibile i popoli dei paesi più poveri è molto forte. L'interferenza di attori puramente finanziari sui mercati alimentari, con l'aumento degli afflussi di capitali sul mercato, provoca improvvise impennate dei prezzi alimentari rendendo gli agricoltori incapaci di prevedere quali saranno i prezzi delle loro coltivazioni nell'arco del breve periodo. Senza alcun intervento, la situazione che si sta delineando rischia di creare sofferenze insostenibili alle famiglie a basso reddito nei paesi più poveri e di aggravare le condizioni di fame e denutrizione che già colpiscono più di 100 milioni di persone nel mondo, dichiara Guido Vittorio Leoni, Presidente di Altromercato. Per questo, Altromercato, che opera per promuovere la cultura del consumo responsabile e solidale e uno sviluppo sostenibile dei Paesi del Sud del mondo attraverso un commercio equo, si è unito all'appello appello internazionale (in inglese) per chiedere ai leader politici di garantire la piena trasparenza e supervisione dei mercati finanziari sui prodotti alimentari. Solo in questo modo sarà possibile continuare a lavorare per assicurare un futuro e uno sviluppo sostenibile ai piccoli produttori del Sud del Mondo e alle loro famiglie. Leggi l'appello completo sul sito di AltroMercato.
Vai al post originale

News a cura di: EquoSi - Commercio Equo Solidale

Automated News by. A.L.

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre EquoSolidale


Articolo più letto relativo a EquoSolidale:
Appello di Padre Zanotelli: rompiamo il silenzio sull'Africa

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Una nuova disastrosa crisi alimentare in arrivo?" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/