Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Terme, stop alle trattative

 .:Inviato Giovedì, 07 febbraio 2002 @ 19:18:23 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli: i sindacati chiedono di rescindere il contratto Stop alle trattative tra i sindacati e la società Acque Albule nella vertenza per il licenziamento dei 28 dipendenti delle terme. Il confronto si è bloccato sul mantenimento dei livelli occupazionali, su 42 dipendenti ne resteranno solo 15 stabili, ed i rappresentanti dei lavoratori si appellano alla Regione, alla Provincia ed al sindaco di Tivoli. «Il futuro è nerissimo - sostiene Gabriele Simoncini della Filcams Cgil - chiederemo che venga rescisso il contratto con la società che ha acquisito il 40 per cento delle azioni delle Acque Albule». «Il personale va occupato in modo mirato- ribadisce il presidente e socio di minoranza della spa Bartolomeo Terranova - tra i dipendenti sono poche le figure professionali adatte al nuovo corso. Per la prossima stagione arriveremo ad impegnare con contratti a termine e nei mesi di maggiore affluenza fino a 70 unità, mentre siamo disposti a riconvertire una decina di lavoratori nel settore edilizio». L'ultimo confronto tra la direzione della società di Bagni e le organizzazioni sindacali c'è stato il 4 febbraio all'Unione Industriali di Roma. Ma ognuno è restato fermo sulle proprie posizioni e l'esito è un verbale di mancato accordo. Da una parte i sindacati che chiedevano il reiserimento del personale operando una riduzione dell'orario nei periodi di minore affluenza e prevedendo alcune posizione di part - time fino ad un monte orario di 34 dipendenti, dall'altra l'azienda che ribadiva la necessità di alcune figure professionali che non esistono tra i lavoratori rimanendo sui livelli occupazionali stabili di 15 unità. Ed intanto, sempre sulla questione lavoro, ma sul fronte della sicurezza, verrà attivata una task force contro il lavoro nero ed irregolare. E' questo il risultato dell'incontro di ieri tra il prefetto e l'assessore Regionale alle Attività Produttive, in cui è stata affrontata anche la delicata vicenda della sicurezza nelle cave. «Ma è necessario - ha commentato l'assessore Francesco Saponaro - che i comuni di Tivoli e Guidonia approvino il Piano Stralcio delle attività estrattive, pronto da tre anni, in cui si prevede la concertazione tra le forze territoriali per l'attivazione di strumenti di controllo su sicurezza, ambiente e prevenzione degli infortuni». (da Il Messaggero del 07/02/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Terme, stop alle trattative" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/