Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Una città per l'Alzheimer fa tappa a Guidonia

 .:Inviato Giovedì, 27 maggio 2010 @ 09:50:27 da Anonymous
Cultura e Scienza Anonymous scrive "

Promuovere l’informazione sulla malattia, favorire la diagnosi precoce, creare una rete di supporto per i pazienti e i loro familiari, incentivare il ricorso all’uso delle terapie farmacologiche più efficaci e degli interventi riabilitativi, sono gli obiettivi della campagna nazionale Una città per l’Alzheimer, ospitata a Guidonia (Roma) in questi giorni. La campagna, realizzata con il contributo di Novartis e con la consulenza scientifica del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia, avrà il suo “clou” nell’incontro pubblico che si svolge sabato 29 maggio alle 10.30 all’Hotel Imperatore Adriano, in via Garibaldi 167 a Villanova di Guidonia, che ha l’obiettivo di sostenere e offrire un supporto ai caregiver, fornendo loro tutte le informazioni utili sulla malattia di Alzheimer.



[ continua... ]

Promuovere l’informazione sulla malattia, favorire la diagnosi precoce, creare una rete di supporto per i pazienti e i loro familiari, incentivare il ricorso all’uso delle terapie farmacologiche più efficaci e degli interventi riabilitativi, sono gli obiettivi della campagna nazionale Una città per l’Alzheimer, ospitata a Guidonia (Roma) in questi giorni. La campagna, realizzata con il contributo di Novartis e con la consulenza scientifica del Gruppo di Ricerca Geriatrica di Brescia, avrà il suo “clou” nell’incontro pubblico che si svolge sabato 29 maggio alle 10.30 all’Hotel Imperatore Adriano, in via Garibaldi 167 a Villanova di Guidonia, che ha l’obiettivo di sostenere e offrire un supporto ai caregiver, fornendo loro tutte le informazioni utili sulla malattia di Alzheimer.

Si stima che siano oltre 50.000 le vittime della malattia di Alzheimer nel Lazio: circa 10.000 solo nella provincia di Roma. Numeri destinati ad aumentare nei prossimi anni a causa del progressivo invecchiamento della popolazione. L’Alzheimer, la forma di demenza più diffusa in tutti i Paesi occidentali, può avere un esordio insidioso, con disturbi aspecifici della memoria, scambiati per normali difficoltà dell’invecchiamento. Spesso così la malattia passa inosservata per qualche tempo prima della diagnosi e i pazienti giungono ad una visita specialistica quando la sintomatologia è in fase già avanzata. È invece fondamentale la diagnosi precoce per un intervento terapeutico tempestivo che garantisca una migliore qualità della vita dei malati e dei loro familiari.

“È evidente l’importanza di campagne che sensibilizzino l’opinione pubblica su una questione da affrontare con urgenza per garantire i giusti interventi socio-sanitari alla persona malata ed alla sua famiglia” – dichiara Gabriele Carbone, Responsabile Centro Demenze e Unità Valutativa Alzheimer, Italian Hospital Group, Guidonia. “Una diagnosi precoce può permettere di mettere in atto tutte quelle misure necessarie per affrontare i problemi connessi con la progressione della malattia”.

“Quest’iniziativa ha il significato di un impegno collettivo a favore degli ammalati e delle loro famiglie” – dichiara Marco Trabucchi, Gruppo di Ricerca Geriatrica, Brescia e Presidente Associazione Italiana Psicogeriatria. “È sempre più chiaro che la risposta migliore alle sofferenze è allo stesso tempo offerta dai servizi sanitari, attraverso interventi terapeutici e riabilitativi, farmacologici e non farmacologici, e da un’attenzione diffusa da parte della collettività, che stende attorno al malato e a chi lo assiste una rete di presenze e di relazioni che si rivela importantissima per garantire una qualità di vita adeguata a chi soffre”.

Le terapie attualmente disponibili non permettono di ottenere la guarigione ma riescono ad assicurare un buon controllo dei sintomi della malattia, soprattutto in fase medio-lieve, salvaguardando per gran parte del suo decorso la qualità della vita dei pazienti e dei caregiver. Per rallentare il decorso della malattia e migliorare gli spazi di autonomia dei pazienti, occorre prendersene cura seguendo un approccio multidisciplinare: fondamentali sono il coinvolgimento attivo dei familiari, la cooperazione e la collaborazione tra i medici, i caregiver e gli operatori sanitari. Un ruolo fondamentale spetta alle Associazioni, che forniscono un prezioso contributo e un sostegno alla famiglia che si fa carico quotidianamente del paziente. “La demenza di Alzheimer è una patologia a forte impatto sociale”— sottolinea Giacomo Maria Salmucci, Presidente Associazione Alzheimer Roma Onlus – “che si sta diffondendo sempre più e che mette a dura prova le famiglie. Nonostante gli sforzi per adeguare la rete di assistenza nella Provincia di Roma, siamo ancora lontani dal rispondere alle esigenze dei malati e delle loro famiglie”.

“Riteniamo urgente e non più rinviabile” – aggiunge Vincenzo Cannavale, Presidente Associazione Alzheimer Anziano Fragile Onlus – “l’approvazione in Parlamento di una Legge specifica che contenga ‘linee guida’ atte a riorganizzare e integrare in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale la complessa rete dell’assistenza socio-sanitaria ai malati di Alzheimer e di altre demenze e che preveda anche aiuti economici alle famiglie che assistono a casa i  malati”.

La campagna, realizzata con il patrocinio di Comune di Guidonia e Azienda Unità Sanitaria Locale Roma G, è partita venerdì 21 maggio a Villanova di Guidonia con la distribuzione di materiale informativo sulla malattia attraverso il gazebo allestito in Piazza San Giuseppe Artigiano. Sabato 22 maggio il gazebo si è spostato a Setteville, in Piazza Trilussa.

"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Cultura e Scienza


Articolo più letto relativo a Cultura e Scienza:
La grande vergogna

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Una città per l'Alzheimer fa tappa a Guidonia" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/