Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Cava maledetta: quattro indagati.

 .:Inviato Venerdì, 01 febbraio 2002 @ 16:30:33 da titiro
Rassegna Stampa Villalba di Guidonia, rischiano l’incriminazione per omicidio colposo. Continuano le indagini per individuare le responsabilità per la morte di Eugenio Longo e il ferimento degli operai Quattro avvisi di garanzia per la morte di Eugenio Longo e gli operai feriti nella cava di Villalba di Guidonia. I reati ipotizzati sono omicidio colposo e lesioni gravi. E' questo il primo risultato delle indagini dopo il drammatico incidente sul lavoro di lunedì mattina costato la vita al giovane ruspista ed il ferimento di altri quattro operai, due dei quali sono ancora ricoverati nell'ospedale di Tivoli. Ad essere iscritti nel registro degli indagati sarebbero il responsabile della cava di via delle Campanelle all'interno dello stabilimento "Travertini Caucci", il proprietario della ditta appaltatrice per il movimento terra "Cosmofer" ed i direttori dei lavori. Un atto dovuto, spiegano gli investigatori, a tutela degli stessi indagati, ma solo a conclusione degli accertamenti si saprà se esistono dei colpevoli e soprattutto se quanto è avvenuto nella cava di travertino è da attribuire ad una tragica fatalità oppure ad una serie di leggerezze. Gli accertamenti sono ancora in corso, e compongono una serie di fascicoli al vaglio del sostituto procuratore Andrea Sclafani. Testimonianze e consulenze tecniche, alle quali ieri mattina si è aggiunta la relazione del medico legale che ha effettuato gli esami sul corpo della vittima per accertare le cause della morte. Ma per comporre il mosaico delle responsabilità saranno determinanti anche le perizie sulla cava della Polizia Mineraria e gli accertamenti amministrativi. Per scoprire se, come ha dichiarato l'assessore regionale Francesco Saponaro, «quei lavoratori non dovevano e non potevano operare in una vecchia cava abbandonata non in esercizio e senza alcuna autorizzazione». Dopo la morte del giovane operaio è scoppiata la polemica sulla sicurezza: ieri c'è stato l'incontro tra una delegazione dei sindacati confederali ed il prefetto di Roma. All'ordine del giorno la tutela degli impiegati nel settore estrattivo e la necessità più volte denunciata dai rappresentanti dei cavatori di una postazione della Polizia Mineraria nell'area del travertino. Il prefetto si è impegnato a dare una risposta concreta, anche tramite una task force ispettiva, mentre per lunedì 3 l'assessore regionale alle attività produttive ha convocato un vertice alla Pisana con i sindacati, gli imprenditori e gli organismi di controllo. Erano le 11.30 di lunedì quando un intero costone della cava, dismessa da trent'anni, è precipitato improvvisamente all'interno del cratere. Una bomba di tonnellate di terreno che ha travolto gli operai che stavano effettuando dei lavori. Eugenio Longo, 27 anni, era alla guida di una ruspa. E' stato sbalzato con il mezzo per una ventina di metri ed è precipitato in un lago di acqua e fango. Ci sono voluti due giorni di lavoro ininterrotto per recuperarne il corpo. Miracolosamente salvi gli altri quattro colleghi. (da Il Messaggero del 01/02/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Cava maledetta: quattro indagati." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/