Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Le indagini. Primo rapporto: omicidio colposo .

 .:Inviato Mercoledì, 30 gennaio 2002 @ 14:12:00 da titiro
Rassegna Stampa Omicidio colposo. E’ questa la prima ipotesi nel rapporto sulla tragedia avvenuta nella cava di travertino.Due sono i filoni principali dell'inchiesta coordinata da Andrea Sclafani, della Procura presso il Tribunale di Tivoli, per accertare le responsabilità sulla morte di Eugenio Longo, l'operaio sepolto lunedì nello stabilimento “Travertini Caucci" di Villaba di Guidonia dall'improvviso smottamento del terreno. La prima riguarda la dinamica dell’incidente mortale, l'altra dell'Ispettorato del Lavoro dovrà stabilire il rispetto di tutte le norme di sicurezza a tutela degli operai. E mentre si attende di recuperare il corpo dell'operaio, sono stati ascoltati una decina di testimoni e di persone informate sui fatti tra cui Mario Caucci, il proprietario della cava e Domenico Trimarchi, responsabile della Cosmoter. Ieri negli uffici di Caucci si sono avvicendati poliziotti e legali. E in serata, in un comunicato, l’impresa ha affermato: «Non è crollata una parte di cava, ma si è trattato di un cedimento del terreno riconducibile a cause naturali imprevedibili». Al lavoro anche gli uffici ispettivi della Regione e prende sempre più corpo l’ipotesi che i lavori non erano stati autorizzati: così sostiene l’assessore regionale Francesco Saponaro. Ma, sempre in serata, la Travertini Caucci ha precisato di essere «munita di tutte le autorizzazioni necessarie». In ogni caso, in località Le Fosse, l’attività estrattiva, era stata sospesa nel 1970 e lo scavo venne riempito con materiale di risulta proveniente da segherie di travertino della zona. Intanto il consigliere regionale Alessio D’Amato (Pdci, presidente della commissione sulla prevenzione nei luoghi di lavoro), ha chiesto che la Regione si costituisca parte civile e di rinforzare la polizia mineraria. «Per far fronte alla carenza di personale - spiega l’assessore alle Attività produttive Francesco Saponaro - abbiamo promosso un corso per 13 funzionari regionali da destinare alla polizia mineraria». (da Il Messaggero del 30/01/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Le indagini. Primo rapporto: omicidio colposo ." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/