Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Fogne finite, ma non possono funzionare

 .:Inviato Giovedì, 30 luglio 2009 @ 17:43:36 da ccms
C. C. Marco Simone Completati a spese dei cittadini i lavori per il tratto fognario di via Spagna, i rifiuti organici vengono scaricati ancora a cielo aperto  perché mancano  i contratti di fornitura per l’energia elettrica necessaria a far funzionare i due impianti di sollevamento.

[ continua... ]Come da delibera 243 del dicembre 2008 i cittadini di via Spagna si sono costruiti a tempo di record 500 metri di fognature comprensivi di due impianti di sollevamento con 12 metri di prevalenza ciascuno, spendendo in totale circa 130 mila euro di tasca propria.
Per fare funzionare le pompe sarebbe necessario avere due contratti di fornitura di energia elettrica forniti dall’Enel, uno per ogni pompa, per una spesa complessiva di 1800 euro e che dovrebbero essere sottoscritti dal Comune di Guidonia, proprietario  dell’impianto.  “Il problema è che il Comune di Guidonia è moroso nei confronti dell’Enel e quindi non si può procedere all’allaccio. Inoltre il Comune, sempre con la delibera 243 si era impegnato a realizzare altri 500 metri di condotta fognaria che non sono stati ancora appaltati, ammesso che lo saranno mai, visto l’andazzo!” afferma il presidente
del Comitato Cittadini Marco Simone Setteville Nord.
Il bello è che non ci sarebbe stato bisogno di sollevamenti ad energia elettrica se il progetto originario di fogna a caduta fosse stato approvato.
Secondo tale progetto infatti, la dorsale fognaria sarebbe dovuta passare nel fosso del
Pilo Rotto, dove ora si scarica a cielo aperto.
Progetto fra l’altro di gradimento di tutti i proprietari dei terreni su cui sarebbe dovuta passare la condotta, e che ne avrebbero pagato la realizzazione.
“Il progetto in realtà è ancora realizzabile in un secondo momento,”
continua il presidente, “adesso però è prioritario far funzionare le fogne da noi realizzate per due motivi: primo per non continuare a scaricare a cielo aperto causando problemi di igiene ambientale, e poi per non continuare ad essere soggetti al regime sanzionatorio che ha generato l’attività repressiva da parte degli organi preposti al controllo”. Da tutto ciò trarrà notevole vantaggio l’Acea Ato 2 che sarà chiamata a gestire gli impianti una volta che li avrà acquisiti. La quota per lo scarico in bolletta che pagheranno i residenti che si sono costruiti da soli le fogne andrà a loro.
Fonte La voce del Nord Est Romano - Paolo Bartocci

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre C. C. Marco Simone


Articolo più letto relativo a C. C. Marco Simone:
GLI 80 ANNI DI GUIDONIA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
Associated Topics

C. C. Marco Simone

"Fogne finite, ma non possono funzionare" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/