Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Caccia selvaggia: la LIPU dice NO

 .:Inviato Sabato, 18 aprile 2009 @ 16:14:08 da ortodeifrati
Ambiente Mercoledì 22 aprile, ore 11,30, alla Sala del Garante in Piazza Montecitorio 123a, Roma.

Un appuntamento per dire no al tentativo di stravolgere la legge 157/92 sulla tutela della fauna selvatica.

No al prolungamento della stagione venatoria.

No a "caccia selvaggia"!



In un momento così difficile per l'ambiente e il Paese in generale, gli italiani chiedono che alla natura e al territorio sia dedicata la più grande attenzione.

Saranno presenti associazioni, testimonial, parlamentari.


Caccia selvaggia: la LIPU dice NO!

Il disegno di legge del senatore Franco Orsi mira alla totale liberalizzazione della caccia. Nuovo grave allarme per gli uccelli e la natura. Richiami vivi liberalizzati. Caccia con il ghiaccio e la neve. Incremento delle deroghe. Riduzione della vigilanza venatoria. E tanto altro ancora. Questa è "caccia selvaggia" secondo Franco Orsi. Il testo di modifica della legge 157 da lui predisposto è una lunga lista di illegittimità costituzionali, di infrazioni comunitarie e di - lo diciamo con rispetto per le istituzioni ma anche con la massima chiarezza - un quasi affronto alla cultura ambientalista, alla cultura di chi ama la natura e chiede che sia adeguatamente tutelata.

Una valanga di proteste
Il testo del senatore Orsi ha già scatenato una valanga di critiche e proteste e altre ne scatenerà. Decine di migliaia di italiani hanno già trasmesso via mail la propria contrarietà. Tutte le associazioni ambientaliste hanno protestato. L'Istituto per la Fauna Selvatica (oggi ISPRA) ha bocciato le proposte e così hanno fatto le 11 organizzazioni sociali (ambientalisti, tra cui la LIPU, agricoltori e persino tre associazioni di cacciatori) unite in un Tavolo comune per opporsi ad esse e controproporre.

Gli italiani nel sondaggio, che la LIPU ha commissionato alla IPSOS, esprimono una valanga di no:
94% NO alla caccia a 16 anni
91% NO alla caccia nei parchi
91% NO all'aumento delle specie cacciabili
E una valanga di sì è giunta alle domande se è importante che lo Stato si impegni per difendere la natura, offrirle maggiori e migliori tutele ed ascoltare la comunità ambientalista. Certo che è importante. È importantissimo!

La LIPU lo impedirà
Cosa accadrà ora? Nel momento in cui andiamo in stampa il disegno di legge Orsi ha appena avviato il suo iter parlamentare, partendo dal Senato. La strada che dovrà fare per l'approvazione è lunga ma il rischio che possa diventare legge non è affatto escluso, anzi. Per molti ultrà della caccia questa è una sorta di ultima spiaggia per riportare in auge una visione arcaica dell'attività venatoria. Noi glielo impediremo. Con tutti i mezzi della democrazia. Con il dissenso motivato, il coinvolgimento della scienza, dell'Europa ma soprattutto con l'aiuto di tutti voi, dei soci LIPU, della gente che sta dalla parte della natura che è indiscutibilmente la parte giusta.


Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Caccia selvaggia: la LIPU dice NO" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/