Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Ancora contro il CIP

 .:Inviato Sabato, 17 gennaio 2009 @ 11:18:55 da news
Ambiente VERTENZA  CIP 6 :  CONFERENZA  STAMPA  IL  24  GENNAIO,     
ORE 11 ,  ALLA  PROVINCIA  DI  ROMA  (SALA  DELLA  PACE)Conferenza il 6 febbraio alla Protomoteca,  ore 20,45

Vertenza legale per il recupero dei soldi illegalmente prelevati
dalle
nostre bollette.
Gli incentivi illegali dello stato italiano all’energia prodotta
con gli
inceneritori
Ricevo e giro il materiale informativo riassunto qui di seguito e trasmesso
in allegato,  in vista della conferenza stampa che i responsabili
dell'
Associazione "Diritto al Futuro  - Energie Rinnovabili e
Combustione Zero"
terranno a Roma il 24 gennaio, insieme agli avvocati.
La neocostituita Associazione  promuoverà un' azione legale di
massa
contro i CIP 6   -   i famigerati aiuti di stato
all'incenerimento/gassificazione,    detratti in realtà da anni
dalle
bollette ENEL   -   che sono illegali sul piano della normativa
europea.
L'
Associazione  ha l' appoggio dei Comitati in
lotta
contro l' incenerimento dei rifiuti in tutta Italia. Sul piano nazionale,  ha l'appoggio della Rete Nazionale Rifiuti
Zero
(Toscana),   e sul piano internazionale, quello della Fondazione
californiana G.A.I.A. (Global Alliance for Incinerators'
Alternatives),
che
promuove  la raccolta differenziata spinta,  la fine
dell'incenerimento e
il
riciclaggio totale  in tutto il mondo.
Qui di seguito, qualche passaggio tratto dal materiale allegato :
"Ogni utente, intestatario di una bolletta di energia elettrica,
potrà
sporgere denuncia con l’aiuto e l’assistenza della nostra
associazione.
Verrà rappresentato davanti al giudice della sua città, il quale
non potrà
che applicare la legge prevalente, ovvero quella comunitaria, e
disporre
il
rimborso di quella parte di bolletta elettrica che è servita per
incentivare
illegalmente gli impianti di incenerimento.   L’azione potrà
assumere una
certa rilevanza se le persone che si appellano alla giustizia
saranno
molte
migliaia".
"Dal 2007 l'Italia vanta il primato europeo per presenza di
diossina
nell'ambiente. Tra le cause,  l'incenerimento dei rifiuti è secondo
solo
alle acciaierie. Tutti i processi di combustione sono fonte
d'inquinamento,
compresi gli impianti a  biomassa vergine, anch'essi incentivati
con
contributi pubblici attraverso i "certificati verdi".

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Ancora contro il CIP" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/