Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Monte Porzio Catone: What “Biutiful Cauntri”!

 .:Inviato Mercoledì, 14 gennaio 2009 @ 22:14:01 da Anonymous
Ambiente Anonymous scrive "
Successo per la prima serata della rassegna di “Biutiful Naturando” promossa da Ecocity Onlus


Circa una cinquantina di persone hanno "affollato" la nobiliare location Biblioteca Comunale a Monte Porzio Catone per la prima serata di Biutiful Naturando con la proiezione della straordinaria pellicola “Biutiful Cauntri, sullo scandalo dei rifiuti in Campania. Un film che ha riscosso un forte consenso di pubblico e di critica, sia in Italia che all’estero, ricevendo la menzione speciale al Torino Film Festival al Nastro D’Argento e il premio per l’impegno civile al Ciak D’Oro di Catania e che assicura Peppe Ruggiero, uno degli autori – sarà attuale ancora per molto tempo.


Tra i molti ospiti alcuni giornalisti locali ed il sindaco Roberto Buglia che ha ricordato l’imminente avvio del Porta a Porta (l’apertura ufficiale della campagna è prevista per il 19 Gennaio con la conferenza stampa).
Al termine della proiezione Peppe Ruggiero e Andrea D’Ambrosio, due dei tre autori del film, insieme agli interventi della “moderatrice” Daniela Zannetti, presidente di Ecocity Onlus hanno alimentato un lungo e partecipato dibattito sulla pellicola e sul rapporto Ecomafie 2008 di cui lo stesso Peppe Ruggiero è autore di un capitolo. Assente Esmeralda Calabria, purtroppo, perché impegnata nel mixaggio, in notturna, del suo nuovo film ed il consigliere Enrico Fontana giustificatosi per l’insorgenza di imprevisti problemi familiari.
Punto di partenza e filo conduttore della discussione è il tema del “caso”, autentico coadiuvante di queste esperienze, cinematografiche, musicali, di impegno ambientalista convergenti.
Andrea D’Ambrosio (regista, documentarista) ci ha infatti raccontato la genesi di questo progetto: l’incontro, appunto casuale, che ha portato i tre autori di “Biutiful Cauntri” a realizzare questo encomiabile progetto, ma anche la necessità di raccontare la gravità della situazione campana che che l’informazione tradizionale non affrontava .

Frutto del destino è stato pure l’incontro tra Esmeralda Calabria e Valerio Faggioni, uno dei due musicisti dei Gamers in Exile (anche loro presenti in sala), gruppo che ha curato la sonorizzazione del film, calzandone i ritmi dell’inchiesta e la drammaticità delle immagini.
Non poteva dunque che essere fortuita anche la circostanza che ha permesso lo svolgersi di questa rassegna che ricordiamo rappresenta un vero e proprio tam tam sulle questioni ambientali, e la scoperta che Guido Zen (l’altro Gamer) sia, da tempo, un monteporziano d’adozione ha contribuito al trait d’union con i registi del film ed Ecocity onlus.
Il significativo contributo del comune di Monte Porzio Catone alla sua realizzazione ha infine reso concreto il progetto.
Ma se il caso, in questa nostra fattispecie, rappresenta una specie di “magia bianca”, un flusso creativo di elementi, non possiamo che contrapporlo ad una dualità assolutamente oscura: da una parte l’incombenza degli interessi meschini della camorra e delle ecomafie organizzate per “metodo e tecniche illegali“ ; dall’altra l’inettitudine trasversale della politica, terreno corruttibile per antonomasia.
Di quest’ultimo punto ha parlato particolarmente Peppe Ruggiero (regista e giornalista) nel suo intervento: la triste costatazione d’una realtà politica veramente terrificante. Ruggiero, in cuor suo, non può che prendersela maggiormente con la fazione che confessa di sentire più vicina ai suoi ideali, ovvero con la sinistra: il silenzio dell’opposizione – ci dice – è più deprecabile delle scelte di Berlusconi.
“Questa indecisione politica, la mancanza di piani certi sulle politiche dei rifiuti, aggiunge Peppe, ha addirittura il pregio di disorientare e depistare la mafia organizzata…”
Poi ci racconta un altro amaro retroscena che dovrebbe farci riflettere: con la nuova legge sulle intercettazioni telefoniche, un film come “Biutiful Cauntri” non sarebbe più possibile, ed anche i Rapporti come quelli sulle Ecomafie si ridurrebbero ad un volumetto di 10 pagine.

Ciò che emerge maggiormente è proprio l'impreparazione dei "politicanti" sulla questione ambiente, che non sa scegliere tra inceneritori e raccolta differenziata; che non promuove politiche di riduzione dei rifiuti, che si ritrova invischiata nei conflitti interesse. Questi, oltre la corruzione - aggiunge Daniela Zannetti citando il libro “Racconta la mafia” di Leoluca Orlando “rappresentano, oggi, la carta d’identità delle nuove caste in sintonia con la crisi di sistema dell’intero paese…e questo non fa più scandalo”.

In conclusione di serata il responsabile dei Castelli Romani della “Rete della Pace” Edoardo Longobardi ha offerto ai partecipanti una borsa in tela contenente il libro di Alex Zanotelli “Il coraggio dell’utopia”, alcuni depliant informativi sulle iniziative di adozione a distanza promosse dalla associazione “Escola di Irma Galli” ed una deliziosa e provvidente inceratina antipioggia per l’escursionismo.

Valerio Carbone
Addetto stampa ECOCITY Onlus"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Monte Porzio Catone: What “Biutiful Cauntri”!" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/