Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Obama e la libertà telematica

 .:Inviato Martedì, 23 dicembre 2008 @ 15:10:51 da ortodeifrati
Liberta'  Digitali

Obama e la libertà telematica

di Marco Roncaccia e Stefania Zanda

E' di poche ore la notizia che il neo Presidente degli Stati Uniti ha aperto il suo sito alle creative commons...

e quindi non ci sarà copyright sul materiale on line leggibile, ma basterà citare la fonte e si potrà utilizzare liberamente il materiale scaricato. Certo in momenti come quelli che si stanno vivendo la notizia non cattura l'attenzione dei giornali perché parlare di Iva al 20% per Sky è senz'altro più appetibile. Obama sembra invece essersi reso conto dell'importanza di queste tematiche.

Da sempre smontare, cambiare l'ordine dei pezzi, riassemblare, ha sollecitato l'interesse dei più curiosi e molti progressi o evoluzioni in tutti i campi dell'attività umana sono nati da queste semplici operazioni. Che siano manipolati elementi concreti, come i pezzi di un macchinario, o astratti, come le idee, non importa. Quel che conta è che la condivisione del sapere e la possibilità di trattare manufatti o concetti prodotti da altri è alla base di qualsiasi novità o scoperta tanto nella scienza, quanto nella tecnologia che nell'arte.

Con questo tipo di operazioni, ad esempio, è nata e si è sviluppata lnternet. E' quindi naturale che proprio sulla rete, siano nate le licenze GPL (General Public License) e CC (Creative Commons). Le prime, più "libertarie" e rigide nella formulazione, rispondono principalmente alle esigenze del mondo dell'open source software; le seconde offrono sei diverse articolazioni dei diritti d'autore per artisti, giornalisti, docenti, istituzioni e, in genere, creatori che desiderino condividere in maniera ampia le proprie opere secondo il modello "alcuni diritti riservati" come recita l'home page del sito www.creativecommons.it. Tutto questo per tutelare la libera circolazione e condivisione del sapere dai limiti imposti dal copyright ovviamente difeso dalle multinazionali dell'editoria.

In Italia invece c'è una viziosa continuità tra il decreto Levi-Prodi (che parifica i blog e l'informazione no profit agli organi di stampa ufficiali, prevedendo l'iscrizione ad un apposito registro e  sanzioni economiche insostenibili per chi non ha una grossa società editrice) e i recenti annunci di Berlusconi di voler proporre al G8 regole ferree  e maggiori divieti per la rete.

La misura del prestigio internazionale dell'Italia, dalla fuga dei cervelli ai tagli alla ricerca, la può dare il servizio di assistenza del noto sito internet di social networking Facebook. A qualsiasi richiesta di aiuto formulata in lingua italiana viene risposto: unfortunately, at this time Facebook only provides customer support in English, French, German, Spanish, and Turkish. Please respond to this email with a translation of your question in one of our supported languages, and we'll respond as soon as possible. In tempi di divieti e proibizioni la notizia di una rete libera ci fa senz'altro piacere.

(4 dicembre 2008)

Fonte: Linkontro.info


Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Liberta'  Digitali


Articolo più letto relativo a Liberta'  Digitali:
Internet gratis a Roma e Provincia

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Obama e la libertà telematica" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/