Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 MACELLERIA DIAZ... TUTT'APPOSTO...

 .:Inviato Venerdì, 14 novembre 2008 @ 18:59:44 da gjo
Opinioni


Le lezioni sulla magistratura sono finite. Lo stato, come volevasi dimostrare, difende se stesso e le sue istituzioni. Non sono bastate le confessioni e le immagini che hanno fatto il giro del mondo, non sono bastate le prove finte, le molotov, i pestaggi e il sangue sparso sulle pareti della scuola Diaz facendoci inferocire e disperare.

Lo stato ancora una volta non condanna se stesso ( e come potrebbe!!! ) ma umilia il popolo, i cittadini, che quella notte, inermi, subirono torture fisiche e materiali. Pene irrisorie per chi pianificò e organizzò la mattanza, la "macelleria messicana" della Diaz. Ora che ci vengano a parlare di nuovo di democrazia, che ci vengano ancora a dire di aspettare la giustizia.......che ci dicano ancora di stare calmi!!!!!

Ulisse Ognistrada (13 novembre 2008)

DA REPUBBLICA.IT:

Sono stati assolti i vertici della polizia per i fatti avvenuti il 21 luglio 2001 all'interno della scuola Diaz durante il G8 di Genova. Nessuna condanna, dunque, per Giovanni Luperi, attuale capo del Dipartimento di analisi dell'Aisi (ex Sisde), nel 2001 vice direttore dell'Ucigos e Francesco Gratteri, attuale capo dell'Anticrimine, all'epoca dei fatti direttore dello Sco e Gilberto Calderozzi, oggi a capo dello Sco... (CONTINUA)




In totale erano 28 i poliziotti sul banco degli imputati, ma il collegio presieduto da Gabrio Barone ha deciso di emettere 13 condanne, esclusivamente nei confronti dei responsabili delle violenze all'interno della scuola. In totale sono state inflitte condanne per 35 anni e sette mesi, rispetto agli oltre 108 anni chiesti dall'accusa. A scontare la pena, salvo ricorso in appello, sarà solo il comandante del settimo nucleo, Vincenzo Canterini, condannato a 4 anni di cui 3 condonati.

Tre e due anni di carcere sono stati comminati rispettivamente A Pietro Troiani e Michele Burgio, colpevoli di aver portato all'interno dell'edificio due bottiglie incendiarie trovate durante la manifestazione del pomeriggio e di averle attribuite ai manifestanti che dormivano all'interno della scuola. Assolti invece i funzionari di polizia che firmarono il verbale di perquisizione e cioè Gratteri, Luperi e Calderozzi. Assolto anche Spartaco Mortola, ex dirigente della Digos genovese.

Alla lettura della sentenza, dopo 11 ore di camera di consiglio, si è levato il grido 'vergogna, vergogna!' dai settori del pubblico presente nell'aula affollata. Presenti anche gli altri magistrati della procura di Genova: tra loro i pm del processo per i fatti di Bolzaneto, Petruzziello e Ranieri Miniati, oltre ad altri quattro che si sono occupati della Diaz. In aula c'era solo un imputato: il capo della squadra mobile di Parma, Alberto Fabbrocini per il quale i pm hanno chiesto l'assoluzione.


Tra il pubblico era presente anche Mark Covell, giornalista inglese di 40 anni presente nella scuola durante l'irruzione e il sindaco di Genova Marta Vincenzi: "Spero che con questa sera si chiuda una ferita che è rimasta aperta per sette anni - aveva detto prima della lettura della sentenza -. E' importante che sia stata fatta una ricostruzione, quindi è un passo avanti rispetto al passato". "Rimarrò qui fino alla lettura della sentenza - aveva aggiunto - E' un riappropriarsi del rapporto tra i cittadini e le istituzioni".

Ora restano da discutere alcuni processi-satellite. Il primo è quello a carico di Vincenzo Canterini, durante il G8 comandante del VII nucleo sperimentale antisommossa del I reparto mobile di Roma, imputato di lesioni personali aggravate e di violenza privata per aver spruzzato gas urticante contro alcune persone radunate in corso Buenos Aires.

Il secondo riguarda la carica avvenuta in piazza Manin: in questo processo sono imputati 4 poliziotti del reparto mobile di Bologna. Un terzo processo riguarda l'ex capo della polizia Gianni De Gennaro, accusato di aver istigato l'ex questore di Genova a rendere false testimonianze nel corso della deposizione al processo sull'irruzione della Polizia della scuola Diaz. Con lui sono indagati l'ex capo della Digos di Genova Spartaco Mortola e l'ex questore Francesco Colucci. In questo caso l' udienza preliminare è fissata per il 25 novembre.

Il primo processo ad essere celebrato per i fatti di Genova è stato quello per le violenze di strada che si è concluso il 14 dicembre 2007 con la condanna a pene tra i 5 mesi e gli 11 anni per 24 no global. Il secondo è stato invece quello per le violenze e i soprusi avvenuti nella caserma di Bolzaneto. In questo caso, il 14 luglio 2008 il tribunale ha condannato 15 persone (tra poliziotti e civili) a pene variabili tra 5 mesi e 5 anni.

(13 novembre 2008)

-------------------------

RASSEGNA STAMPA - 19 ottobre 2008

IL MANIFESTO - La polizia a scuola di G8

RASSEGNA STAMPA - 18 ottobre 2008

LA REPUBBLICA - Blitz alla Diaz, la sentenza a inizio novembre

PROCESSO DIAZ - 17 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 169

RASSEGNA STAMPA - 17 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - G8, chiesti 2 anni e 3 mesi per il poliziotto del calcio
LA REPUBBLICA - Il pm: "Per le botte al G8 due anni e 3 mesi a Perugini"
IL MANIFESTO - L'ex vicecapo della Digos prese a calci un ragazzo
LIBERAZIONE - G8, chiesti 2 anni e 3 mesi per l'ex vice capo della Digos Perugini

PROCESSO DIAZ - 16 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 168

PROCESSO DIAZ - 15 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 167

RASSEGNA STAMPA - 11 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - Blitz alla Diaz, l’avvocato Romanelli attacca il pm Zucca
LA REPUBBLICA - G8, la difesa all´attacco "Su Nucera falso ideologico"

PROCESSO DIAZ - 10 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 166

PROCESSO DIAZ - 9 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 165

RASSEGNA STAMPA - 9 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - Gratteri: alla Diaz sospesa la Costituzione
LA REPUBBLICA - Gratteri spiazza tutti "Sospese la garanzie costituzionali"
IL MANIFESTO - La difesa della Polizia: «Agenti messi in fuga dai manifestanti»

PROCESSO DIAZ - 8 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 164

RASSEGNA STAMPA - 4 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - G8, parlano i difensori: «Regole rispettate»
CORRIERE MERCANTILE - La perquisizione alla Diaz fu legittima

PROCESSO DIAZ - 3 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 163

RASSEGNA STAMPA - 3 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - Diaz, dopo le manganellate la vigliaccheria dello Stato

RASSEGNA STAMPA - 2 ottobre 2008

IL SECOLO XIX - Irruzione alla Diaz, l’avvocato dello Stato chiede l’assoluzione
LA REPUBBLICA - Diaz, scende in campo la difesa "Non è stata una spedizione punitiva"
IL MANIFESTO - G8 · «Il processo alla Diaz non andava fatto»

PROCESSO DIAZ - 1 ottobre 2008

Audio e trascrizione dell'udienza > n. 162


Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Opinioni


Articolo più letto relativo a Opinioni:
MURIAMMAZZATO – 18 LUGLIO 2016 - ISOLAdelCINEMA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"MACELLERIA DIAZ... TUTT'APPOSTO..." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/