Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Non solo, anche questione di soldi

 .:Inviato Martedì, 03 giugno 2008 @ 12:06:59 da romgroup
Opinioni
Quello che dicevamo da anni sul software libero ora viene considerato anche dalla Microsoft come una verità e una spiegazione del perchè l'Open Source sia il maggior pericolo per l'economia delle licenze d'uso ma non per le tasche degli utenti.

Il mondo dell'informatica sta cambiando, il modo in cui viene inteso oggi il computer è diverso da quello di qualche anno fa, gli utenti sono diversi, come scrivono oggi in un articolo su zeusnews. Se Google, l'ultimo avversario in ordine di tempo, è "un concorrente spaventosamente forte", il nemico più pericoloso è un altro: "l'open source (linux...
... e il free software) è potenzialmente molto più distruttivo" per gli affari di Microsoft.

Secondo Ray Ozzie, chief software Architect di Microsoft, i punti di forza del software a sorgente aperto sono due: non dover rendere conto agli azionisti e l'essere presente in forze nel settore enterprise.

Gli azionisti possono infatti rappresentare una sorta di zavorra quando si tratta di innovare e la presenza nel settore enterprise, invece, è un problema più serio: le aziende che hanno adottato software open source e lo continuano a usare sono probabilmente soddisfatte dei prodotti che impiegano e non possono essere spaventate come gli utenti abituati a Windows.

Noi di Rom Group e tutta la comunità che sviluppa software libero sostiene che la vera forza insista del software libero e' la concezione di una economia diversa, flessibile e fluida, senza elefanti che ne ostacolino lo sviluppo, ma che attraversa milioni di soggetti direttamente interessati e non solo pochi individui

Ecco quanto potrebbero risparmiare di licenze d'uso gli enti locali italiani ogni anno - secondo uno studio del 2006 di F.Marzano pubblicato da MC Graw Hill nel Febbraio 2008 - se usassero software libero ed open source.

From by RomGroup

News a cura di: RomGroup

Automated News by. A.L.

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Opinioni


Articolo più letto relativo a Opinioni:
MURIAMMAZZATO – 18 LUGLIO 2016 - ISOLAdelCINEMA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Non solo, anche questione di soldi" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/