Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Raddoppio Ferrovia Roma - Pescara

 .:Inviato Mercoledì, 03 ottobre 2007 @ 06:45:15 da hauyna
Ambiente hauyna scrive "

Promossa da un Comitato costituito da PRC – VERDI – SD – PDCI di Guidonia Montecelio è in corso una raccolta di firme per sollecitare il rifinanziamento del raddoppio della linea ferroviaria Roma – Pescara nel tratto Lunghezza – Guidonia.


Dopo che era stato approvato il progetto definitivo per la realizzazione del suddetto raddoppio e della nuova Stazione di Guidonia lo stanziamento previsto è stato stornato.


La realizzazione di questa strategica infrastruttura avrebbe un impatto benefico sulla qualità della vita di migliaia di pendolari, impiegati, operai e studenti, che tutti i giorni sono costretti ad affrontare disagi a non finire per raggiungere i posti di lavoro le scuole e l'Università, andrebbe a migliorare notevolmente l'impatto ambientale causato dallo inquinamento da polveri sottili generato dalle migliaia di autovetture che si muovono nella direttrice Tivoli - Guidonia – Roma e avrebbe inoltre un impatto benefico sulle disastrate finanze famigliari.


Le firme raccolte saranno consegnate ai Parlamentari dei suddetti gruppi politici nel corso di una manifestazione che si terrà il 14 ottobre 2007 nel Piazzale della Stazione.

"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Raddoppio Ferrovia Roma - Pescara" | Login/Crea Account | 3 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Re: Raddoppio Ferrovia Roma - Pescara (Voto: 0)
di Anonymous il Sabato, 06 ottobre 2007 @ 13:40:23
Oltre questa manifestazione , di cui sarà un tutto dire, ci piacerebbe sapere cosa ne pensano queste quattro forze di sinistra sui temi di Guidonia presenti nella Rete Civica quali:

- discarica e impianti di rifiuti, polveri sottili
- accordi farsa con forze economiche e sociali di 'parte'
- spese folli e molto consistenti per le feste , per lo più di un livello culturale dubbio
- precariato e clientelismo nella pubblica amminsitrizione
- trasparenza amministrativa
- trasporti in genere come lo svincolo e le strade a servizio delle cementerie, iltraffico pesante, la stasamento delle arterie di ingorgo su roma
etc etc

Dagli atti formali esce fuori una linea marcata e conseguenziale sia con la passata amministrazione che connivente con l'attuale amministrazione di centro.

Credo che sia ora che si prenda una propia decisione su queste questione.




[ Rispondi ]


Re: Raddoppio Ferrovia Roma - Pescara (Voto: 1)
di Arcorosso il Sabato, 02 luglio 2011 @ 21:04:54
(Info Utente | Invia un Messaggio)
 
Appoggio in pieno l'iniziativa ma vorrei comunque fare delle osservazioni.

Nelle discussioni sull'argomento oggetto dei vari forum non trovo mai un cenno sul problema turismo, il quale viene sempre sistematicamente ignorato o trascurato, è assente infatti sulle considerazioni e conclusioni che non condivido di Moretti. Possibile che sia io l'unico sognatore e visionario?

Le attrattive o potenzialità turistiche dell'abruzzo sono da considerare inferiori a quelle del Trentino o dell'Alto Adige?

Mi spiego meglio: da Roma ho la possibilità col treno di raggiungere Bolzano in meno di cinque ore e da lì, dove la mobilità dolce (senza l'auto) è incentivata e sostenuta dalla Regione, dagli enti locali, dagli operatori turistici e aziende di trasporto, un efficiente sistema integrato di trasporto pubblico sa poi offrire Ora-Cavalese o Bolzano Tires (ferrovia-bus) con frequenza e puntualità. Perchè analogamente non è possibile sperare in un Pescina-Pescasseroli o Sulmona-Roccaraso naturalmente dopo aver potenziato e migliorato la Roma-Pescara con gli opportuni investimenti?

Mi si obietta: "il Trentino non è l'Abruzzo". Eppure tutte e due le regioni si trovano nello stesso paese: l'Italia. Che dice Moretti?

"Manca la domanda": ma la domanda non và solo inseguita, và orientata, promossa, sostenuta,

Dov'é la politica lungimirante, ecosostenibile? Quella che sa orientare le scelte incentivando il trasporto pubblico ed agire sinergicamente con gli operatori turistici? Forse lo sviluppo economico indotto dal turismo è trascurabile e da non prendere in considerazione. Forse è vero, sono un sognatore, il Parco Nazionale d'Abruzzo, le montagne, il mare e l'entroterra abruzzesi sono solo problemi per pendolari, addirittura sognavo una ferrovia a scartamento ridotto, sul modello Trento.Marilleva, tra Pescina e Pescasseroli fino a Villetta Barrea! Fate voi, io da Roma, non da sognatore ma realisticamente, continuerò senza l'auto ad andare ogni tanto come turista a Bolzano.



[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/