Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Informazione e legalità

 .:Inviato Giovedì, 20 settembre 2007 @ 10:30:52 da ortodeifrati
Rassegna Stampa


Informazione e legalità, Marrazzo: "Non abbassare la guardia".
Un momento della presentazione dell'Osservatorio nazionale contro le mafie.

19/09/07 - “La mafia, la camorra, la n'drangheta e tutta la criminalità organizzata hanno paura delle parole perché queste arrivano alla coscienza, insultano, fanno capire. Non bisogna abbassare la guardia". Queste le parole del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, intervenuto questa mattina alla presentazione dell’Osservatorio nazionale sull’informazione per la legalità e contro le mafie, uno strumento invocato lo scorso anno nel corso degli Stati Generali dell'Antimafia. Un network che avrà lo scopo di superare i silenzi e la disattenzione dei media, fornire un'informazione libera e democratica e costruire una rete tra le realtà impegnate nella lotta per la legalità. Tra i presenti all’incontro, che si è svolto nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana, il presidente della neonata Fondazione Libera Informazione Roberto Morrione, il segretario generale Paolo Serventi Longhi, il fondatore di "Libera" don Luigi Ciotti, il presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Francesco Forgione e tanti parenti "dei martiri del giornalismo" d'inchiesta e denuncia, come li ha definiti don Ciotti. "Non dovrebbe esserci bisogno di mettere accanto alla parola informazione - ha spiegato don Ciotti - l'aggettivo libera. Perché l'informazione o è libera o semplicemente non è informazione. Eppure - ha continuato - in questi anni è necessario specificare, puntualizzare. Abbiamo bisogno di un nuovo sapere" ha concluso il fondatore di 'Libera'".

"L'informazione deve avere un ruolo fondamentale – ha spiegato Morrione - in una società che soffre di un male gravissimo che è la crisi della democrazia. E' in atto un braccio di ferro tra lo Stato, la società civile e la criminalità organizzata che da questa situazione non può che trarne vantaggio".

“Il Lazio ha dichiarato monumento naturale il lago di Fondi – ha dichiarato Marrazzo - lo abbiamo preservato perché proprio intorno al lago una famiglia camorrista aveva acquistato una proprietà grandissima e si preparava ad un'urbanizzazione selvaggia".

"Non bisogna abbassare la guardia, neppure nella nostra regione – ha precisato Marrazzo - soprattutto rispetto ai rischi di infiltrazione e di attività di ogni tipo, a partire dal riciclaggio. Per questo il Lazio sarà nella Fondazione con un sostegno concreto, perché servono risorse per queste iniziative".

Rivolgendosi poi a don Ciotti e a Morrione, il presidente Marrazzo ha aggiunto: "La Fondazione può diventare una boa, per le istituzioni e per le associazioni. Abbiamo tutte le carte in regola per fare paura alla mafia".

Fonte: CompletaMente.org - Orto dei Frati

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Informazione e legalità" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/