Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem

 .:Inviato Martedì, 11 settembre 2007 @ 19:00:24 da hauyna
Ambiente hauyna scrive ""E' TUTTO UN BLUFF"




Prendo spunto dall'articolo apparso sul MESSAGGERO di oggi 11 Settembre
"Più controlli su gas e traffico" a firma di Elena Ceravolo per ribadire quanto già espresso su questa Libera Rete Civica del Nord Est di Roma qualche settimana fa.

Perchè i giornalisti che hanno scritto su tale ipotesi e LEGAMBIENTE che ha sviscerato l' ipotesi di accordo facendo tutta una serie di sacrosante osservazioni non hanno tenuto conto di questo risvolto estremamente punitivo per i cittadini?

E' un' ipotesi di accordo tutta a favore della Buzzi Unicem!!!
continua...
Il filo conduttore di tutta questa farsa di accordo è la necessità da parte della Buzzi Unicem di maggiore escavazione e di maggiore produzione per sopperire alla mancanza di cemento in Toscana e in Emilia e Romagna dove Amministrazioni lungimiranti e rispettose della salute dei cittadini non hanno rinnovato le autorizzazioni per continuare la coltivazione delle cave.
La Buzzi Unicem, richiedendo un incremento di produzione di clinker, da Tonn. 4.500 a Tonn. 5.100 giorno per lo Stabilimento di Guidonia, intende sopperire a tale mancanza di cemento in dette Regioni.
Il clinker così prodotto, a costi di produzione estremamente ridotti data la vicinanza delle fonti di approvvigionamento delle materie prime ( calcare, argilla e pozzolana) verrà poi trasferito
, nella migliore delle ipotesi per noi, negli Stabilimenti Buzzi Unicem di Settimello (FI) e Sant' Arcangelo di Romagna (FO) dove verrà macinato e trasformato in cemento.
Solo tale aumento di produzione di clinker comporterà un incremento di emissioni di anidrite carbonica, polveri sottili e ossidi di azoto nel cielo di Guidonia di circa il 20% rispetto alle attuali, senza tener conto dell' incremento delle emissioni diffuse legate al maggior traffico sia per le materie prime sia per il trasporto del maggior cemento prodotto, come sotto specificato.....

Tale aumento di produzione di clinker pari a Tonn. 600 giorno pari a Tonn.192.000 annue comporterà una maggiore produzione di cemento di ben Tonn. 270.000 annue ( perchè per fare 1 Tonn. di cemento occorre mediamente Tonn. 0,70 di clinker).
Poichè un autotreno carica Tonn. 30 di cemento avremo un incremento di traffico sulle strade di Guidonia di 9000 autotreni l'anno che equivalgono a 32 autotreni giorno.

Tale maggiore produzione, considerato che oggi il prezzo medio di vendita si aggira intorna a EURO 70 / Tonn. comporterà maggiori ricavi alla Buzzi Unicem di circa 19 milioni di EURO.

Perchè la Buzzi Unicem a fronte di questo incremento di profitto non parla di incremento di posti di lavoro?
Anzi li diminuisce come si può leggere dai documenti prima Unicem adesso Buzzi Unicem:
a fine degli anni 80 la Cementeria occupava direttamente circa 400 persone più un indotto stimato intorno alle 1.000 persone, oggi la Buzzi Unicem impiega direttamente 150 tra operai e impiegati e 16 addetti alla cava...... e i profitti crescono e vengono investiti all'estero.
Perchè i sindacati subiscono supinamente questa politica Aziendale?
Ma le famiglie del personale che lavora nello Stabilimento Buzzi Unicem non sono forse soggette a tutte le conseguenze negative che tale stabilimento comporta? Ne sono consapevoli i padri e le madri

E allora perchè non chiedere alla Buzzi Unicem, qualora questo malagurato accordo vada in porto, delle compensazioni che vadano incontro alle esigenze della popolazione che da anni è costretta a sopportare inquinamento che causa malattie, allergie, disagi e che sta divorando l'ambiente e il territorio in cui è ospite da oltre 60 anni.
Perchè non chiediamo asili nido, scuole, una più lungimirante e puntuale politica ambientale con la ricostituzione di ampie zone verdi, la realizzazione di un Museo di Scienze Naturali che valorizzi le ricchezze di cui il nostro territorio è ricco?

Non lasciamo che siano sempre pochi a godere della ricchezza prodotta a danno della collettivita !!!!!!
"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem" | Login/Crea Account | 4 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Re: Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem (Voto: 0)
di Anonymous il Martedì, 11 settembre 2007 @ 19:14:23
come conclusione avrei preferito "NON LASCIAMO CHE SI CONTINUI A DANNEGGIARE LA COLLETTIVITA'"
...l'idea di godere anche io del dannegiamento della collettività non mi  interessa.
GjØ


[ Rispondi ]


Re: Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem (Voto: 0)
di Anonymous il Martedì, 11 settembre 2007 @ 19:53:42
Concordo con Gjø e con Ginko (sui forum) .

Ho fatto un sogno.
Ho sognato le cemeterie che  risarciscono il cittadino e la città e si prepararno per essere dismesse e convertite, con la forza lavoro che migra in una nuova attività economica legata ai servizi.
Ho sognato il CdA dell'azienda che   emette un bando di idee aperto alle scuole ed ai giovani sulla trasformazione degli spazi delle cementerie in nuove attività che mantengano occupazione e ne creino di nuova, che creino sviluppo diffuso della ricchezza.
Ho sognato antiche strade percorribili (selciatlella), senza traffico pesante, declivi naturali intatti e un'aria pulita e limpida su Guidonia.
Ho sognato gli amministratori dell'azienda tornare la sera a casa soddisfatti e dire ai propri figli: ecco cosa ho fatto oggi per te.





[ Rispondi ]


Re: Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem (Voto: 0)
di Anonymous il Martedì, 11 settembre 2007 @ 20:10:24
AZZ... QUESTO SI' CHE E' UN SOGNO...


[ Rispondi ]


Re: Ipotesi di accordo Comune - Buzzi Unicem (Voto: 0)
di Anonymous il Mercoledì, 12 settembre 2007 @ 08:05:15
SARREBBE INTERESSANTE CONOSCERE IL PUNTO DI VISTA DEL C.R.A. SU QUESTA QUESTIONE DELL BOZZA DI ACCORDO.


[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/