Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 La Mattel ritira dal mercato 18 milioni di giocattoli.

 .:Inviato Martedì, 14 agosto 2007 @ 20:09:31 da Anonymous
Rassegna Stampa Anonymous scrive "


La Mattel ha ritirato dal mercato più di 18 milioni di giocattoli prodotti in Cina, 9 milioni dei quali nei soli Stati Uniti. Fra i giochi ritenuti tossici, venduti ai rivenditori in Italia prima di gennaio 2007, figurano alcuni dei più noti giochi per bambini, da Barbie a Polly a Batman.


I giocattoli ritirati sono potenzialmente pericolosi perché contengono piccoli magneti, che potrebbero essere ingeriti dai bambini, e vernici che potrebbero contenere piombo.

Si tratta del secondo ritiro, dopo quello della scorsa settimana, che ha riguardato un milione e mezzo di giocattoli. In particolare, sono state messi fuori commercio 7,3 milioni di Polly Pocket, Batman Magna, Doggie Daycare e Shonene Jump's One Piece e 683 mila Barbie, per la presenza dei magneti. Ritirate anche 253 mila Sarge, delle macchine della linea "Cars" a pressofuso con vernici al piombo.

La notizia arriva il giorno dopo il suicidio del capo di una fabbrica cinese accusata di aver aver usato troppo piombo nella vernice dei giocattoli prodotti per la Mattel. La società cede a Wall Street in scia al secondo e più corposo ritiro di giocattoli: i titoli passano di mano a 22,78 dollari, in calo del 3,35%.

Intanto l'azienda ha spiegato che si è trattato di un ritiro cautelativo e ha precisato che i giocattoli in oggetto sono stati prodotti da Early Light Industrial Co., Ltd, uno dei fornitori di Mattel in Cina, che ha subappaltato la verniciatura di alcune parti a un altro fornitore cinese, Hong Li Da, che ha violato gli standard ed i requisiti di sicurezza imposti da Mattel. Mattel Italy ha attivato un numero verde 800-113711 a cui i consumatori si possono rivolgere per tutte le informazioni sul ritiro dei prodotti interessati.

"Dall'ultimo richiamo di prodotti con calamite del novembre 2006 - ha dichiarato Jim Walter, senior vice president mondiale Quality Assurance di Mattel - abbiamo implementato sistemi molto più severi di ancoraggio del magnete e rigorosi processi di controllo. La decisione di allargare il ritiro dei giocattoli non è la conseguenza di nessuna segnalazione di infortunio, ma è puramente cautelativa e preventiva e dovuta a possibili rischi per la sicurezza associati a quei giochi che potrebbero perdere il magnete"."

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
Associated Topics

Lavoro e sindacato

"La Mattel ritira dal mercato 18 milioni di giocattoli." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/