Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Soffro ma sono sereno... e beato te! (n.d.r.)

 .:Inviato Venerdì, 03 agosto 2007 @ 18:27:53 da Anonymous
Opinioni Anonymous scrive "


Don Pietro Gelmini, il fondatore della Comunità Incontro, è indagato dalla Procura di Terni. L'accusa è di abusi sessuali. Sono state due denunce di ex ospiti della comunità, impegnata nel recupero dei tossicodipendenti, a far scattare le indagini che hanno portato all'iscrizione del sacerdote nel registro degli indagati.

L'indagine è in corso da diversi mesi e i magistrati hanno già ascoltato diversi testimoni. Secondo una prima ricostruzione le denunce sarebbero circostanziate e farebbero riferimento a episodi avvenuti un anno e mezzo fa. Le accuse sarebbero molte e abbastanza concordanti. Dichiarazioni in cui gli ex ospiti della comunità, giovani che hanno avuto o hanno tuttora a che fare con la droga, ripeterebbero sempre gli stessi racconti. I pm incaricati dell'inchiesta hanno anche già interrogato Don Gelmini.


Il sacerdote non è ad Amelia, dove si trova la sede della Comunità Incontro, ma in un'altra delle sue comunità. La prima replica è affidata al suo portavoce, Alessandro Meluzzi, medico e psichiatra, nonché amico di Don Gelmini da venticinque anni: "Siamo costernati ed angosciati ma lieti di portare la croce buttata addosso ad un uomo che per 82 anni ha sempre servito Cristo, la Chiesa e gli ultimi". "Come il piccolo Cireneo - ha proseguito Meluzzi - sono contento di portare la croce accanto all'uomo da me conosciuto da 25 anni in una struttura come la comunità Incontro, aperta, trasparente e con le pareti di vetro". "Noi tutti siamo però - ha proseguito - anche angosciati perché i giovani ospiti dei 287 centri della Comunità vedono messo a rischio tutto il lavoro fatto in questi anni da don Pierino ed il loro cammino per uscire dal mondo della droga".

"Soffro ma interiormente sono molto sereno"
"Soffro, ma interiormente sono molto sereno perché 44 anni di lavoro non si possono cancellare con delle insinuazioni. C'è in corso un'indagine per accertare la verità e non capisco perché siano state diffuse queste notizie per realizzare una gogna mediatica", ha detto al Tg5 don Pierino Gelmini. "Guardo a coloro che sono stati punti di riferimento della mia vita - prosegue don Gelmini - come don Zeno, don Orione e Padre Pio, che sono passati attraverso vie crucis molto dolorose prima di me. Io ho avuto una vita abbastanza serena e tranquilla, e questa prova deve dimostrare l'amore che io ho per questo impegno, che mi lega prima di tutto a Dio con la fede, e poi a queste persone che mi circondano, e che mi hanno mandato attestati di solidarietà e amore".
"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Opinioni


Articolo più letto relativo a Opinioni:
MURIAMMAZZATO – 18 LUGLIO 2016 - ISOLAdelCINEMA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
Associated Topics

Handicap e socialeOpinioniRassegna Stampa

"Soffro ma sono sereno... e beato te! (n.d.r.)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/