Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 GUIDONIA I residenti chiedono aiuto al fustigatore di «Striscia la notizia».

 .:Inviato Martedì, 08 gennaio 2002 @ 10:24:41 da titiro
Rassegna Stampa «La parallela a via Roma la soluzione ma la strada è ancora chiusa» «Chiameremo il Gabibbo. Lo abbiamo deciso tutti insieme». E' Nicolino D'Amario a comunicarci che lui ed altri cittadini richiederanno l'aiuto del «vendicatore rosso» di «Striscia la Notizia» per sollecitare l'apertura al traffico di almeno una parte della strada parallela a via Roma. «Riteniamo discutibile che sia ancora chiusa - ci dice D'Amario - con il risultato che noi siamo quotidianamente soggetti ad un maggiore inquinamento acustico ed atmosferico. Io abito in via Moris e vi dico che non ne possiamo più di sopportare questa situazione. Insieme ad alcuni amici abbiamo concordato di contattare Mediaset per vedere se il Gabibbo può fare un salto a Guidonia e dare voce alla nostra protesta». Domenica, all'interno di un bar, insieme ad altri stava definendo gli ultimi dettagli dell'eventuate sortita mediatica. Anche l'ex sindaco Giampiero Ricci afferma che è «necessario assumere dei provvedimenti per decongestionare via Roma». Che è, lo ricordiamo, l'arteria principale della città. Sulla stessa lunghezza d'onda è sintonizzato Marco Bertucci (An). «Il problema del traffico è diventato una priorità. Se non una vera e propria emergenza». Durante le recenti festività la circolazione ha rischiato il «collasso». E pensare che la parallela è lì, quasi ultimata ma impraticabile, rende gli automobilisti, oltre che parecchi residenti, particolamente nervosi. La nuova fettuccia d'asfalto, una manciata di chilometri, dovrebbe collegare la provinciale 28/Bis con la stazione ferroviaria e l'aeroporto militare. Nel cartello presente in piazza Baracca si legge che l'opera è stata finanziata dalla Regione con un miliardo e 475 milioni. L'importo dei lavori (al netto) è di 887 milioni. Data d'avvio del cantiere: undici ottobre del novantanove. «Fine lavori - così è scritto -: gg. 360 - 05.10.2000». Mancano, ad oggi, e siamo nel 2002, ancora da realizzare (per degli impedimenti sopravvenuti nel frattempo) un centinaio di metri. Nicolino sostiene che, intanto, «si può benissimo procedere ad un'apertura parziale». Forse è il classico uovo di Colombo. (da Il Tempo del 08/01/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"GUIDONIA I residenti chiedono aiuto al fustigatore di «Striscia la notizia»." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/