Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Acqua sporca a Setteville

 .:Inviato Martedì, 06 marzo 2007 @ 10:00:18 da Giancarlo
Ambiente Giancarlo scrive "



Da oltre un mese a Setteville succede qualcosa che non si sa se definire allucinante o surreale: dai rubinetti esce acqua sporca e puzzolente ed il fatto non sembra riguardare minimamente le istituzioni.
Il fatto si verificò oltre un mese fa: di colpo in tutte le case di Setteville dai rubinetti usciva un liquido nauseabondo e puzzolente, di un colore variabile tra il giallastro ed il marrone, che faceva venire il vomito solo ad avvicinarsi. Non che nei mesi precedenti l'acqua avesse un gusto eccezionale, ma di solito era bevibile.

Un po' di verifiche tra i cittadini portarono a capire che il fatto era generalizzato. Quasi nessuno beveva quello strano liquido, anche se circola voce che qualcuno ci ha provato ed è stato male.

Finora il Comune non ha diramato alcun avviso sull'evidente mancata potabilità dell'acqua, nè ha fornito analisi sulla composizione dell'acqua, nè tanto meno ha rassicurato che l'acqua, in seguito parzialmente migliorata, fosse diventata potabile.

Il tutto mi appare un comportamento in totale disprezzo della legislazione vigente. L'acqua potabile, uno dei principali elementi della salute dei cittadini, appare un argomento di cattivo gusto alle istituzioni. Telefonando al sindaco una voce risponde che la potabilità dell'acqua non è di sua competenza.
Ripetute telefonate e fax all'ACEA hanno fornito promesse ed abbondanti rassicurazioni verbali, sequiti da qualche intervento alla rete idrica, che però non appare risolutivo.

Ancora oggi l'acqua tende ad avere un colore giallognolo e continua ad avere un gusto sgradevole (per chi ha il coraggio di assaggiarla). I supermercati sono entusiasti, vendono tonnellate di acqua minerale. I bidoni dei rifiuti per la plastica sono costantemente pieni (con i vuoti delle bottiglie).

Da chiacchiere tra i cittadini si pensa che il colore giallo sia dovuto al ferro presente nei terreni della zona, ma non si hanno dati certi.

La situazione avrebbe qualche aspetto anche ridicolo, se non fosse avvilente. In paricolare, se le persone normali si sentono molto a disagio, gli ammalati e gli anziani sono in serie difficoltà.

Se il problema si risolvesse potremmo pensare a chiedere i danni per il disservizio, ma a tutt'oggi non esiste un documento formale che attesti il problema. Restiamo in triste attesa.

5 marzo 2007
Giancarlo
"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Acqua sporca a Setteville" | Login/Crea Account | 1 commento
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Re: Acqua sporca a Setteville (Voto: 0)
di Anonymous il Martedì, 06 marzo 2007 @ 11:04:22
Un'idea per affrontare la situazione ci sarebbe:
facciamoci costruire un pozzo da Atlantide, come fanno per le loro attività in Kenya.
Accidenti, non avevo pensato che potrebbero essere accusati si subsidenza scavando un pozzo.
Come non detto!


[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/