Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Interessanti appuntamenti e notizie dalla Rete Regionale Rifiuti

 .:Inviato Venerdì, 16 febbraio 2007 @ 20:39:25 da Anonymous
Ambiente Anonymous scrive "LE TAPPE DEL TOUR DI PAUL CONNETT
Ad oggi possiamo dire che l’OSSATURA” della Rete Nazionale Rifiuti Zero si è sviluppata intorno ai tour dell’infaticabile Paul Connett. Centinaia di conferenze hanno portato alla luce migliaia di contatti con le realtà locali che costituiscono in modo del tutto autonomo “NODI” attivi della Rete.
Questa volta le conferenze previste coinvolgono nuovamente decine di GRUPPI LOCALI che vanno dagli “AMICI DI BEPPE GRILLO” a GREENPEACE e ovviamente ai Comitati. Le tappe programmate riguardano MILANO (il 16), RIMINI, le MARCHE, CAPANNORI, POMIGLIANO D’ARCO, CATANIA E TAORMINA, NOVARA E IL PIEMONTE (il 2 marzo). UNA TAPPA FONDAMENTALE E’ QUELLA DEL 24 QUANDO PAUL CONNETT SARA’ A CAPANNORI (vedi sotto) PER PARTECIPARE ALL’EVENTO VOLUTO DAL COMUNE PER PARTIRE (primo in Italia) con il “PROGETTO VERSO RIFIUTI ZERO”.
Ricordiamo che i “lucidi” di Paul Connett tradotti in italiano sono disponibili su http://ambientefuturo.interfree.it

CAPANNORI (LU) PRIMO COMUNE ITALIANO AD ADERIRE AL PROGETTO INTERNAZIONALE RIFIUTI ZERO.
Il 24 febbraio il Comune dichiarerà “rifiuti zero” portando ad un primo coronamento gli ottimi risultati di RD attualmente in corso su circa il 30% dell’intera popolazione (ma già dal prossimo giugno si prevede l’estensione del porta a porta a più di metà della popolazione) che hanno raggiunto l’83% di “resa” facendo”schizzare” la RD complessiva al 52,5% sull’intero Comune. Ricordiamo che il Comune di Capannori è il terzo centro della provincia di Lucca per popolazione con i suoi circa 45000 abitanti. Nel 1996 si svolse UNA BATTAGLIA VINCENTE CONTRO LA REALIZZAZIONE DI UN INCENERITORE che certamente “apri” la strada a quella sensibilità ad una gestione alternativa dei rifiuti che oggi gli amministratori (con il Sindaco e l’assessore in testa) esprimono . Fu QUESTA LA PRIMA TAPPA DEL PROFESSOR CONNETT IN ITALIA ed qui che venne coniato lo slogan “NON BRUCIAMOCI IL FUTURO”. Per scaricare l’invito e il programma http://ambientefuturo.interfree.it

FERRARA : GRANDE SUCCESSO DEL REFERENDUM AUTOGESTITO CHE “BOCCIA” INCENERITORE E TURBOGAS.
11'500 cittadini si sono recati alle urne nonostante l’invito a disertarle del partito dei DS. Questo”successo di partecipazione” GRAZIE ALLA POSITIVA INTUIZIONE DEI COMITATI ED ASSOCIAZIONI PROPONENTI IL REFERENDUM AUTOGESTITOSI CONFIGURA COME UN UTILE “SCENARIO” DA CONSIDERARE A FAVORE DELLE COMUNITA’ LOCALI SEMPRE ESPROPRIATE DI OGNI FORMA DI PARTECIPAZIONE UFFICIALE QUANDO SI TRATTA DI REALIZZARE IMPIANTI ED OPERE INQUINANTI. Complimenti.

GRANDE SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE CONTRO L’INCENERITORE LUCART
Sabato 10 si è svolta a Lucca una grande manifestazione organizzata dai comitati della Valle del Serchio per protestare contro il progetto della Cartiera Lucart di costruzione di un inceneritore per fanghi (progetto denominato “centrale a biomasse”). Circa 2000 le persone che vi hanno partecipato con delegazioni dalla piana Firenze- Prato-Pistoia DIMOSTRANDO PACIFICAMENTE MA IN MODO DETERMINATO A FAVORE DI SOLUZIONI ALTERNATIVE vedi proposta su http://ambientefuturo:interfree:it E CONTRO IL RICATTO OCCUPAZIONALE OPERATO DALL’AZIENDA. La manifestazione è anche servita per denunciare la” caricatura di riciclaggio” OPERATA DALL’AZIENDA .

AMBIENTEFUTURO PRODUCE UNA PROPOSTA ALTERNATIVA PER LA PROVINCIA CARBONIA – IGLESIAS.
Su richiesta delle realtà locali AmbienteFuturo ha prodotto una proposta di gestione dei rifiuti senza alcun ricorso all’incenerimento dei rifiuti. Essa, scaricabile da http://ambientefuturo.interfree.it si basa su obiettivi di riduzione-riuso, di raccolta differenziata porta a porta spinta almeno al 60% entro il 2011 (come prevede la nuova normativa), di trattamento meccanico-biologico del residuo e di messa in discarica di non più del 15% dei rifiuti iniziali. Da notare che in Sardegna ormai più di 30 Comuni hanno superato il 50% di RD con punte che arrivano al 70%.

BUONE NOTIZIE DAL PARLAMENTO EUROPEO
Riceviamo da GAIA e dagli “AMICI DELLA TERRA” europei la notizia che il 13 febbraio il Parlamento Europeo ha votato ( 384 a favore; 299 contro) PERCHE’ L’INCENERIMENTO DEI RIFIUTI RIMANGA UNA FORMA RESIDUALE DI SMALTIMENTO. E’ una grande vittoria visto che la Commissione Europea aveva fatto approvare un testo che “riclassificava” l’incenerimento equiparandolo ad una “forma di recupero”. Altri impegni importanti approvati sono quelli di”stabilizzare” al 2012 la produzione dei rifiuti e “target” di riciclaggio spinti ad almeno il 50% per i rifiuti urbani e al 70% dei rifiuti industriali entro il 2020. Nel documento si assume infine l’obiettivo di “UNA SOCIETA’ EUROPEA BASATA SUL RICICLAGGIO”."

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Interessanti appuntamenti e notizie dalla Rete Regionale Rifiuti" | Login/Crea Account | 1 commento
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

AmbienteRete Regionale Rifiuti (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 22 febbraio 2007 @ 20:14:36
E' il vero problema del millennio e tutti fanno finta di non accorgersene.


[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/