Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Trasformazioni in corso

 .:Inviato Sabato, 03 febbraio 2007 @ 11:42:18 da webmaster
Handicap e sociale


La Rete Civica della Valle dell'Aniene si trasforma, cresce e amplia la partecipazione.
Ecco uno stralcio dell'articolo apparso su XL del 1 febbraio 2007, di cui rimandiamo la lettura, invitando chi passa di qua a prelevare il nuovo statuto ed a dibattere con noi sui forum per modificarlo affinchè possa essere uno strumento adatto a questa realtà.

GUIDONIA - Partecipare attivamente e sinergicamente alla crescita del territorio. A questo scopo si è costituita lo scorso 27 gennaio presso la Sala consiliare del Comune di Guidonia Montecelio la Libera Rete Civica del Nord-Est di Roma:
un nuovo soggetto collettivo che raccoglie sotto la sua egida numerose realtà del territorio a nord-est della capitale.
A dieci anni dalla nascita della Rete Civica della Valle dell'Aniene, avvenuta nel lontano marzo 1997, quando le tecnologie informatiche costituivano ancora una scommessa a livello comunicativo, è stato insomma compiuto un significativo salto in avanti: si è passati, infatti, da una rete civica che, priva di autonomia economica e tecnicamente gestita dall'associazione Virtualmondo, fungeva essenzialmente da mero "ricettacolo" di informazioni' ad un'organizzazione autogestita che -nelle intenzioni dichiarate dal suo stesso Consiglio Direttivo- aspira ad ampliare il proprio raggio d'azione, ad "allargare massimamente l'originario impegno" responsabilmente assunto da decine di associazioni locali sia sul piano virtuale, attraverso il sito www.aniene.net, sia sul piano concreto della costituzione di un'interazione effettiva fra tutti gli aderenti. Una collaborazione produttiva, volta ad intervenire mediante idee e progetti comuni sull'area di riferimento che, in un unico continuum, si estende "dal Tevere all'Aniene", da Roma al quadrante nord-orientale della capitale....(continua)
... Lungi dal porsi come mera sommatoria delle 17 associazioni che vi aderiscono (Associazione Informatica e Telematica Virtualmondo, Umatlantide, Circolo aeromodellisti, RdB Enti Locali, Alter Musiculture, VIS Villanova, Ambiente è vita, Cieli Azzurri, Gruppo Scout Guidonia 3, Amici dell'Inviolata, Energheia, Legambiente Guidonia, Occhio!, Remote Object Manipulation, Orto dei Frati, Gruppo Laico di ricerca, Comitato Montecelio), la Rete Civica del Nord-Est mira insomma a produrre effetti... moltiplicatori!
Uno strumento aperto a tutti - organizzazioni e singoli cittadini- quanti siano interessati ad aderirvi: proprio recentemente ha scelto di confluire nel folto gruppo anche l'associazione "Fronda" ma si auspica sia destinato ad aumentare ancora l'elenco delle adesioni. Uno strumento illuminato che, forte del nuovo Statuto recentemente approvato con maggioranza qualificata dei 2/3, è chiamato ad espletare democraticamente la sua funzione di gruppo di pressione sulle varie amministrazioni locali, mirando a porre in essere interventi razionali ed ecosostenibili.
La neonata rete civica, apartitica, poggia le sue basi su una feconda logica improntata alla discussione, al libero dibattito, al mutuo scambio di esperienze: idea di fondo, questa, patrocinata dal Comune di Guidonia Montecelio, dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio ed altresì sostenuta da numerosi istituti scolastici locali e dalla stessa Asl RmG.
Per i soggetti aderenti, l'impegno in generale sarà quello di partecipare al dibattito on line e alle varie iniziative di volta in volta organizzate dalla Rete; in particolare, nell'immediato, esso sarà invece profuso in un'unica direzione: spingere le varie amministrazioni comunali verso un effettivo coinvolgimento dei cittadini per quanto riguarda le principali scelte da affrontare a livello locale.
Privilegiare insomma la discussione e la condivisione di ogni singola decisione in ambito politico, nell'ottica di una concreta mediazione fra Municipi e popolazione residente. Il modello di riferimento?
Quello della famigerata Agenda 21 locale, realtà nella quale numerosi soggetti provinciali sono chiamati attorno allo stesso tavolo per interagire tra loro allo scopo di individuare tutti quegli interventi da realizzare in ambito per l'appunto provinciale, nel corso del XXI secolo: uno scambio reciproco di idee, informazioni e proposte attraverso specifici forum grazie ai quali ogni singola decisione politica può essere accuratamente ponderata da ciascun soggetto istituzionale, da ciascuna realtà associativa, finanche da ciascun cittadino ed opportunamente negoziata in rete. Una sorta di co-gestione, insomma, volta a saziare la dilagante ‘fame di partecipazione' avvertita da quella parte di cittadinanza, che troppo spesso dichiara di non sentirsi adeguatamente rappresentata dai propri amministratori.


Federica Adda
Fonte: quindicinale gratuito XL del 1 febbraio 2007 - pag. 5

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Handicap e sociale


Articolo più letto relativo a Handicap e sociale:
DA TIVOLI UN PASSO VERSO NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Trasformazioni in corso" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/