Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Rifiuti: Il segreto di pulcinella?

 .:Inviato Mercoledì, 24 gennaio 2007 @ 11:23:47 da comitato
Ambiente
Nulla trapela dal piano regionale per l'emergenza rifiuti che, a detta del Presidente Marrazzo, dovra' essere presentato pubblicamente alla fine del mese di Gennaio.
Intanto tutti ci ricamano sopra. Ecco alcuni articoli con smentite varie e punti di vista diversi dal Corriere dell Sera. Nulla e' dovuto al caso e quindi ci stiamo domandando come mai Marrazzo mantenga un riserbo pubblico ufficiale sul piano mentre da sfogo sugli organi di stampa.
Non era meglio pubblicare un sunto del piano e metterlo a disposizione di tutti per non alimentare visioni antiambienatli? Oppure ci sono nel piano? vedremo.
Da notare come l'Amministrazione di Guidonia continui a dichiarare che non ha contatti con la Regione Lazio. Ma nella campagna elettorale non troneggiavano figure nei manifesti dei politici locali insieme a Marrazzo? Intanto pubblichiamo quello che e' stato scritto sul Corriere dell Sera. Chissà se qualcuno riesce a capire dove vogliano andare oppure bisognerà dotarsi di una palla di vetro in attesa della fine del mese.
Lanciamo un banale sondaggio allegato a questo tema ed il comunicato stampa del COMITATO CITTADINO PER IL RISANAMENTO AMBIENTALE DI GUIDONIA

Leggi di seguito gli articoli ed il comunicato stampa

Il comitato cittadino per il risanamento ambientale di Gudonia
Basta Discarica, No agli Impianti dei Rifiuti, Si al Parco (22 gennaio, 2007) Corriere della Sera
Il commissariamento scade il 31 gennaio ma la Regione non ha ancora inviato al governo la richiesta di proroga

Rifiuti: sarà ampliata la discarica di Guidonia I nodi irrisolti del piano: due-tre anni per i termovalorizzatori, raccolta differenziata al palo

Manca una settimana alla presentazione del Piano rifiuti della giunta Marrazzo. L' esecutivo guidato da Francesco Storace aveva previsto nel Lazio la costruzione di 7 termovalorizzatori. Troppi, secondo l' attuale maggioranza di centrosinistra, rispetto alle esigenze dei cittadini. Ma il piano Marrazzo, oltre a sottolineare la necessità di aumentare la raccolta differenziata, non è poi così diverso nella sostanza da quello di Storace perché prevede sei impianti che bruciano spazzatura trasformata in «ecoballe» e producono elettricità: in dettaglio il raddoppio dei termovalorizzatori di Colleferro e San Vittore del Lazio, un gassificatore a Malagrotta (che tra un anno potrebbe cominciare a funzionare), un altro termovalorizzatore con due linee di produzione, che appare destinato ad aziende pubbliche come l' Ama e l' Acea (magari fuse) e uno per le province di Rieti-Viterbo: l' amministrazione provinciale della Tuscia un anno fa ha bandito la gara per la costruzione dell' impianto, ma la società che se lo è aggiudicata attende ancora l' affidamento dell' opera. E la Regione non ha ancora deciso dove costruire il termovalorizzatore che insieme al gassificatore avrà il compito di garantire sonni tranquilli per lo smaltimento dei rifiuti nella capitale: la struttura dovrebbe sorgere fuori dal territorio del Comune di Roma, probabilmente nei pressi della Nettunense tra Pomezia e Albano. Su questo punto il sindaco Veltroni, che sulla materia ha mantenuto sempre un low profile, è stato irremovibile: niente impianti in città e maggioranza unita. L' esatto contrario di quello che è avvenuto in Regione: qui Prc e Verdi non vogliono neanche sentir parlare di termovalorizzatori. Ma tanti altri problemi restano aperti: la discarica di Malagrotta tra 6-12 mesi sarà completamente esaurita. L' altra discarica di Guidonia a febbraio non potrà più accogliere l' immondizia prodotta da circa 500 mila cittadini che abitano in 49 comuni come Tivoli, Monterotondo, Subiaco e le altre municipalità nella Valle dell' Aniene. Unica soluzione praticabile è l' ampliamento della discarica. E gli impianti per bruciare rifiuti? Servono almeno 2-3 anni per costruirli. Nel frattempo dove finirà questa montagna di spazzatura? Solo nella capitale se ne accumulano ogni giorno 4.500 tonnellate. Marrazzo ha invece bocciato l' ipotesi di un termovalorizzatore a Latina, anche se il sindaco Zaccheo e il presidente della Provincia Cusani lo abbiano chiesto in tutti i modi. Tra le questioni non risolte c' è anche quella del commissariamento: il provvedimento che da anni viene prorogato da Palazzo Chigi, è destinato a scadere il 31 gennaio. Marrazzo, che è commissario governativo, non ha ancora inviato la richiesta di proroga al ministro dell' Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio. Alla luce della situazione nel Lazio, la prosecuzione della gestione commissariale sembra inevitabile. E utile per scongiurare che le decisioni del commissario Marrazzo debbano superare l' esame del Consiglio regionale. Sempre se Marrazzo dovesse prendere qualche decisione. Altra grande incognita resta la raccolta differenziata: dei 30 milioni di euro stanziati da Marrazzo nel 2005 per il triennio 2006-2008 non è stato ancora speso un euro. La Regione, in barba al commissariamento che permette procedure più rapide, ha deciso di stanziare questi fondi agli enti locali. Ma il presidente dell' Autorità Garante della concorrenza e del mercato, Antonio Catricalà, ha bocciato il bando di gara per progetti sulla raccolta differenziata che la Provincia di Roma aveva preparato: l' appalto era riservato solo a società pubbliche.

Di Frischia Francesco

=====================================================

(23 gennaio, 2007) Corriere della Sera

Il piano pronto per fine gennaio

Marrazzo: sui rifiuti nessuna proroga del commissariamento «Ampliare le discariche non è un tema all' ordine del giorno. Anzi saranno chiuse»

«La politica è quella di costruire un percorso in cui le discariche saranno chiuse. Bisogna gestire l' esistente, ma l' ampliamento delle discariche non è un tema all' ordine del giorno». Il presidente della Regione, Piero Marrazzo, smentisce le voci di ampliamento di discariche nel Lazio senza però citare quella di Guidonia, che da febbraio non avrà più spazio per accogliere i rifiuti di 49 città come Tivoli, Monterotondo, Subiaco e le amministrazioni della Valle dell' Aniene, un bacino d' utenza di mezzo milione di cittadini. Marrazzo, che è anche commissario governativo per l' emergenza rifiuti, ha poi garantito che non chiederà proroghe al fine del commissariamento previsto per il 31 gennaio. Per quella data è annunciata la presentazione del piano rifiuti al ministro dell' Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio. Sul problema rifiuti interviene anche Pina Rozzo, vice presidente della Provincia con delega alle Politiche di Tutela Ambientale, che precisa rispetto alle notizie pubblicate ieri sul Corriere: «A gennaio 2006 la Provincia di Roma ha pubblicato un bando destinato a tutti i Comuni per favorire il passaggio al sistema della raccolta differenziata â porta a portaâ , finanziando gli eventuali costi aggiuntivi. Al bando, finanziato per 1,3 milioni di euro e successivamente rifinanziato per altri 900mila euro, hanno aderito 115 comuni e gli altri 17 sono in fase di analisi tecnica economica». L' Autorità Garante della concorrenza «fa riferimento ad un ricorso contro le modalità di proroga del marzo 2006 del bando provinciale del 2002 - aggiunge la vice presidente - che affidava ad associazioni temporanee di Impresa (Ati) i servizi di raccolta differenziata stradale nei comuni della Provincia di Roma e non al bando della raccolta differenziata "porta a porta"». E Pina Rozzo annuncia che con i fondi stanziati dalla Regione «la Provincia sosterrà la realizzazione di impianti di compostaggio e isole ecologiche attraverso i Comuni».

Di Frischia Francesco

=======================================================
COMUNICATO STAMPA

MARRAZZO CERCA DI FAR PASSARE L'ALLARGAMENTO DELLA DISCARICA

Se l'articolo della Cronaca di Roma del Corsera di lunedì 22 u.s. ha fatto scattare subito le smentite del Commissario Straordinario Marrazzo in merito all'allargamento delle discariche presenti in regione, lo stesso giornale il 23 metteva in evidenza come le smentite non riguardassero però la discarica dell'Inviolata a Guidonia.
Il Comitato Cittadino per il Risanamento Ambientale di Guidonia ha, proprio in questi giorni, presentato le proprie osservazioni di impatto ambientale al progetto depositato alla Regione Lazio della società COLARI per la realizzazione, sempre all'Inviolata, di un impianto di preselezione.
Una zona, quella di Guidonia, che ormai non sopporta il più benchè minimo aumento di fattori inquinanti, figuriamoci l'ampliamento della discarica a cielo aperto! Forse il Commissario Marrazzo ancora non ha letto quali sono le condizioni ambientali del territorio di Guidonia?
O forse è più attento agli equilibri e interessi politici che alla salute dei propri cittadini?
Il fatto è che la popolazione di Guidonia, dopo le prese in giro elettorali (mai più discariche!), avrebbe reazioni proporzionate alla gravità delle scelte che dai palazzi si fanno sulla loro pelle.
E il Comitato per il risanamento ambientale, nel malaugurato caso in cui dovesse passare una decisione così scellerata, si augura che a queste manifestazioni di protesta vi prendano parte anche i "democratici" amministratori del Comune di Guidonia che da mesi si stanno sperticando, a parole, di essere contro il permanere della discarica dell'Inviolata.

Guidonia, 24 gennaio 2007
Comitato per il Risanamento Ambientale di Guidonia

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Sondaggi degli articoli
Marrazzo prevede nel piano dei rifiuti a guidonia

costruzione inceneritori
bruciare i rifiuti in forni esistenti (cemeterie)
costruzone impianto di CDR
ampliamento della discarica
raccolta differenziata vera
non so...proponi altro


[ Risultati | Sondaggi ]

Voti: 6
Commenti: 0
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Rifiuti: Il segreto di pulcinella?" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/